cerca

Istituto Sobrero

Il trinese Ruggero Vigliaturo protagonista di incontri e conferenze

Il ricercatore coordina un progetto sulla sostenibilità energetica

Ruggero Vigliaturo

Il ricercatore trinese Ruggero Vigliaturo

Domani, sabato 16 ottobre, dalle 10 all’Istituto Sobrero di Casale Monferrato il ricercatore trinese Ruggero Vigliaturo sarà tra i protagonisti di una mattinata di formazione, in parte in presenza e in parte in streaming, insieme a Lisa Russelli dell’Università Tecnica di Monaco, Davide Galli di Sogin e Enrico D’Urso del canale YouTube “La Fisica che non ti aspetti”.

Lunedì mattina il “Sobrero” ha ospitato dodici dibattenti delle classi quarte e quinte del liceo internazionale, coordinati da Ruggero Vigliaturo, ex studente della scuola casalese e esperto di mineralogia e biogeochimica, ricercatore dell’Università degli Studi di Torino e precedentemente ricercatore, dottorando e giovane nelle Università di Grenoble, Jena, Durban, Lubiana, University of Pennsylvania e l’Istituto Nazionale della Sanità Statunitense. Vigliaturo è anche curatore del progetto “sostenibilità energetica ed ambientale: le soluzioni contro il cambiamento climatico passano dal Monferrato alle Grange”, nato dalla collaborazione tra il Rotary Club di Casale Monferrato, il Gruppo Internazionale di Azione Rotary per la Sostenibilità Ambientale e UniTO. Vigliaturo ha fatto dibattere gli studenti sull’opportunità di incrementare i finanziamenti destinati alla ricerca sul nucleare di IV generazione.

Lunedì sera col Rotary Club di Casale Monferrato c’è stato un conviviale con relatore il Enrico D’Urso da “La fisica che non ti aspetti” e il sindaco di Trino Daniele Pane sul tema “Ragione o coraggio? La visione amministrative sul deposito nazionale italiano”. Vigliaturo è protagonista in questi giorni e l’assessore del Comune di Trino Silvia Cottali spiega: "Un inedito sodalizio tra l’Istituto Sobrero, il Rotary Club di Casale Monferrato, il Gruppo Internazionale di Azione Rotary per la Sostenibilitá Ambientale, l’Universitá di Torino e il Comune di Trino promuoverà un progetto di largo respiro sulla sostenibilità energetica ed ambientale. Il progetto sarà suddiviso in tre moduli: “Nucleare”, “Biocombustibili e Biochar”, e “Nano- e Micro-plastiche”".

Vigliaturo, coordinatore del progetto, eletto tra i primi cento innovatori globali sotto i 35 anni nel 2015, commenta: "La sostenibilità energetica ed ambientale detterà l’agenda di tutti i governi mondiali per i prossimi anni, è nostro dovere agire sul territorio consapevolmente pensando su scala globale. Unire le forze è fondamentale per comprendere e risolvere problemi che richiedono estremo pragmatismo ed una solida discussione scientifica. Il senso di urgenza che il cambiamento climatico ci impone non può più essere delegato ad un approccio amatoriale, ma deve essere affrontato con serietà e obiettività. Abbiamo pensato di farlo partendo dall’Università ed arrivando ai più giovani, promuovendo il dibattito su diverse tematiche e a diversi livelli, sperando di poter portare questa metodologia anche ai cittadini, pandemia permettendo". Il progetto si svilupperà al Sobrero con una serie di dibattiti tra studenti e studentesse e una conferenza dedicata che ospiterà esperti nazionali ed internazionali.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500