cerca

La decisione

Trino: resta il divieto di accesso al Bosco della Partecipanza

Ancora troppe piante e rami pericolanti

Bosco della Partecipanza di Trino

Un carpino sradicato nel Bosco della Partecipanza

Il Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino e i suoi 28 chilometri di viabilità e sentieri restano chiusi per la sicurezza di tutti. Resta quindi vietato l’accesso.

La Partecipanza, guidata dal primo conservatore Ivano Ferrarotti, ricorda che ad inizio luglio il Bosco era stato colpito dal tornado che ha divelto centinaia di piante, tra le quali parecchie querce di grandi dimensioni, e spezzato i rami di molte altre. Per tutelare l’incolumità degli aventi diritto e dei fruitori sono dunque stati chiusi gli ingressi del Bosco fin dal primo momento e ancora oggi la Partecipanza dei Boschi è impegnata in interventi gravosi e di non breve durata, poiché si tratta di ripristinare 28 chilometri di viabilità stradale e sentieristica e di sgomberare piante e rami pericolanti. Per ragioni di sicurezza pubblica si rivolge un invito generalizzato ai fruitori a non introdursi nel bosco, con particolare riguardo ai cercatori di funghi che in questo periodo frequentano solitamente la zona.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500