cerca

Comune di Alice Castello

Centomila euro per scaldare gli alunni della primaria e asfaltare

"Per il manto stradale dobbiamo procedere a piccoli passi"

Castello di Alice Castello

Alice Castello: la sala consiliare sarà trasferita al castello

Alice Castello: 100.000 euro per scaldare gli alunni delle elementari e rifare tratti di vecchio asfalto. Un contributo del Ministero dell'Interno sarà utilizzato per alcuni lavori urgenti in vista dell'inverno. Il principale di questi sarà l'installazione di una nuova caldaia nell'edificio di piazza Ballario, il cui costo sarà di poco inferiore ai 60.000 euro. “L'investimento è consistente, ma senza dubbio avrà un ritorno in termini di efficienza e risparmio negli anni a venire” sottolinea il sindaco Luigi Bondonno. Con ciò che resterà del finanziamento statale sarà invece rinnovato il manto stradale lungo metà di via Lepora (l'altra parte era già stata asfaltata di recente) nonché di alcuni tratti delle vie don Caffaro e Boagno. “Purtroppo non abbiamo altre soluzioni se non procedere a piccoli passi” precisa il primo cittadino.

Le risorse disponibili sono infatti limitate e la lista delle opere pubbliche è lunga. Peraltro una di queste, da tempo nei piani del Comune, potrebbe sbloccarsi entro l'anno. “Si tratta del trasferimento della sala consiliare in castello - anticipa il sindaco - L'idea è di assegnare l'appalto nei prossimi mesi e di far partire i lavori nel 2022”. La pratica impiegherà necessariamente tempo, considerando che il costo della ristrutturazione si aggira intorno ai 200.000 euro. Una lunga attesa, dovuta anche all'emergenza Coronavirus, ha caratterizzato similmente un altro importante cantiere, quello per la riconversione del bocciodromo in polivalente. Ora però i lavori sono terminati e in ottobre, in tempo per l'avvio dei primi freddi, la struttura sarà inaugurata. “Per l'occasione abbiamo in programma un paio di concerti” anticipa Bondonno. Oltre alla nuova funzione, al servizio di enti e associazioni del paese, l'impianto di via Cossano avrà un nome: sarà intitolato a Carlo Franciscono, alicese che con un lascito testamentario ha permesso di realizzare un'opera di cui si sentiva da tempo la necessità. “Il nuovo polivalente potrà ospitare ancora gare di bocce – assicura il primo cittadino - Dopo l'inaugurazione verrà steso un apposito fondo”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500