" />

cerca

Crescentino-Lamporo-Fontanetto Po

Distretto del commercio, la parola ai cittadini

E' possibile compilare un questionario anonimo per orientare le strategie

Preti-Demarchi-Ferrero

Azioni a sostegno del commercio: la parola a cittadini e imprese. MaNei mesi scorsi Crescentino si è aggiudicato 20 mila euro qualificandosi al secondo posto nella graduatoria per il Distretto diffuso del commercio. Scopo dell’iniziativa è quello di promuovere lo sviluppo sociale, culturale ed economico di una città attraverso una serie di interventi mirati. Si tratta di una realtà che in regioni come la Lombardia o l'Emilia Romagna funziona da anni. Nei mesi scorsi anche il Piemonte ha deciso di attivare un bando per la creazione di un distretto del commercio. Occasione che Crescentino, insieme a Lamporo e a Fontanetto Po ha deciso di cogliere al volo. I tre comuni hanno predisposto una relazione strategica per aderire al bando, nell’ottica di sostenere i negozi del territorio e al tempo stesso offrire servizi specifici per imprese e utenza. Il DDC di Crescentino ha ottenuto un elevato punteggio tanto da risultare secondo in graduatoria dopo quello di Ivrea. Il finanziamento regionale servirà per l’avvio delle prime fasi di realizzazione del progetto. Durante questo step di primaria importanza risulta essere il parere dei cittadini. Gli abitanti dei tre Comuni possono compilare, in forma anonima, un questionario online con lo scopo di orientare la definizione di strategie e azioni a sostegno del commercio e delle imprese del territorio e in generale per la rivitalizzazione e animazione dell’area. È possibile compilare il questionario fino al 5 settembre. Anche le imprese sono invitate a rispondere ad una serie di domande. Nel mese di febbraio 2021 era stato veicolato un primo questionario, le cui risultanze erano state utilizzate per impostare la candidatura di Distretto del Commercio da mandare in Regione Piemonte. Ora che la Regione ha dato il benestare sono partiti i lavori per definire le iniziative da avviare nei prossimi mesi per favorire il rilancio del commercio e del territorio. Gli obiettivi che i tre comuni intendono perseguire attraverso la nuova iniziativa saranno incentrati sullo sviluppo di un turismo sostenibile e di prossimità attento all’ambiente, che unisca la fruizione della natura e delle aree rurali, gli aspetti storico-culturali ed una maggiore integrazione tra commercio e agricoltura. Il distretto si prefiggerà quindi di creare una rete tra attrattori per favorire un rilancio complessivo dell’area commerciale ed ampliare i servizi integrati per garantire la massima attrattività locale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500