cerca

Cavaglià - Coronavirus

Sconto Tari per le utenze non domestiche

Sgravio del 50% per quelle che hanno subito le restrizioni

Cavaglià municipio

Cavaglià: nel 2021 tutte le utenze non domestiche avranno uno sconto sulla Tari. L'imposta sui rifiuti sarà ridotta in misura variabile dal 100% (applicato all'eventuale periodo di chiusura obbligatoria dovuta al Coronavirus) fino al 30%. Nessuno sarà escluso: pure le attività cosiddette essenziali, come gli alimentari e le farmacie, beneficeranno di uno sconto. “Anche loro hanno dovuto investire risorse per adeguarsi alle normative anti-contagio – spiegano dall'amministrazione – Ma soprattutto, hanno risentito delle delle restrizioni alla circolazione e agli spostamenti”.

Lo sconto sarà sostenuto attraverso lo specifico fondo istituito a favore dei Comuni, da parte del Ministero dell'Interno. “Pare non vi sia un modo migliore di impiegare i ristori statali nel convertirli in vantaggi tangibili per i contribuenti” sottolinea il sindaco Mosè Brizi. Le riduzioni saranno divise in tre fasce distinte: le attività commerciali costrette dalle norme ad abbassare la serranda non pagheranno alcuna tassa relativamente al periodo di chiusura. Le utenze che invece hanno subìto solo restrizioni (ad esempio i bar che potevano servire unicamente su asporto) avranno uno sconto del 50%, sempre relativo al periodo interessato. “E comunque fino all'entrata in vigore della zona bianca” si legge nella delibera approvata dal consiglio comunale. Nel caso in cui questi esercizi abbiamo interrotto del tutto l'attività per decisione volontaria, potranno ottenere a loro volta la riduzione totale, “considerando la minor quantità di rifiuti prodotta” precisano dal Comune.

L'ultimo sgravio, pari al 30% sarà invece riservato alle attività che non hanno subìto alcuna limitazione, ma che la giunta intende comunque supportare. “Le misure sono state definite sulla base dei codici Ateco” terminano gli amministratori.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500