cerca

Il gruppo Romagnano e Gattinara per il ponte

Incontro sulle sponde del fiume Sesia per far sentire la nostra voce

Parla l'assessore regionale Marco Gabusi

Gattinara Romagnano cantiere ponte

Il cantiere per la realizzazione del ponte provvisorio tra Gattinara e Romagnano

Gattinara: "Il nuovo ponte di Romagnano Sesia è una delle opere maggiormente necessarie per il territorio" a parlare è Marco Gabusi assessore regionale ai Trasporti e Opere pubbliche della Regione Piemonte. Nei giorni scorsi il consigliere regionale Carlo Riva Vercellotti ha presentato in Consiglio regionale un’interrogazione in cui chiedeva di ridurre i tempi e rispettare i 140 giorni comunicati inizialmente da Anas. "Ci siamo mossi tutti indistintamente e trasversalmente affinché l’allora ministro De Micheli mettesse la maggior sensibilità possibile su quest’opera" spiega Gabusi. La firma della convenzione a marzo e le tempistiche di 140 giorni per la realizzazione del ponte provvisorio avevano raccolto il benestare di tutte le parti politiche, ritenendo le tempistiche “da record”.

"Va sottolineato che il cantiere è gestito da Anas, con finanziamento di Anas, per cui il commissario straordinario Alberto Cirio nulla può e nulla c’entra. Basta vedere che nel quadro dei fabbisogni rispetto alle somme urgenze finanziate per l’ottobre 2020 questa non è un’opera tra quelle commissariate" sottolinea Gabusi. Il commissario infatti non ha poteri paragonabili a quello del progetto di Genova o del Terzo Valico, è una figura con poteri limitati sul dissesto idrogeologico. La convenzione regolava i rapporti sostanzialmente nella fase autorizzativa: in maniera spedita Province, Regione Piemonte e Aipo hanno rilasciato le autorizzazioni in modo che il cantiere potesse partire. E di fatto era partito. La bonifica bellica ha richiesto tempistiche più lunghe rispetto a quanto preventivato. In corso d’opera Anas ha anche deciso di sostituire l’azienda incaricata alla ricerca bellica.

I lavori sono ripartiti ma registrando un netto ritardo rispetto ai tempi stimati in origine. "Abbiamo chiesto tempi certi e, compatibilmente con le esigenze di cantiere, di non fermarsi ad agosto e di recuperare tutto il tempo perso. Noi ci poniamo come obiettivo non tanto quello di rispettare quei tempi perché scadrebbero tra pochi giorni, ma quello di arrivare pronti al periodo di inizio scuola come un traguardo imprescindibile" precisa Gabusi. Per l’assessore si tratta di un grosso sforzo chiesto a chi probabilmente non ha colpe dirette. "Le responsabilità vanno addebitate a chi ha fatto perdere tempo con le pratiche burocratiche e sta, spesso e volentieri chiuso in un ufficio a Roma" incalza l’assessore. E prosegue "Noi siamo amministratori del territorio e dobbiamo fare in modo che i problemi si risolvano ancora prima di vedere se su quel cartello di cantiere ci sia scritto Anas, Regione Piemonte o chicchessia". Il pensiero va poi agli abitanti di Romagnano e Gattinara, costretti quotidianamente a percorrere molti più chilometri del necessario. "I cittadini ci valutano per quello che siamo in grado di fare. Il risultato sarà importante dal momento che restituiremo un ponte transitabile a meno di un anno dall’alluvione. Certo è che noi vorremmo farlo più speditamente e più velocemente dal momento che le comunità ne hanno veramente bisogno. Ed è ciò che cui ci eravamo impegnati qualche settimana fa" conclude Gabusi.

Intanto gli abitanti si sono stancati di subire in silenzio la mancanza della struttura. Dal gruppo Facebook “Romagnano e Gattinara per il ponte”, che ad oggi conta 2710 iscritti, hanno deciso di incontrarsi domenica 11 luglio alle 9,30 per far sentire la loro voce. L’appuntamento è sulle sponde del fiume Sesia a livello del ponte ferroviario tra Romagnano e Gattinara. "Partecipate numerosi ed invitate anche chi non ci conosce ma vive ogni giorno il disagio per la mancanza di questo importante collegamento. Le rivoluzioni non si fanno sul divano" scrivono dal gruppo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500