cerca

Borgo d'Ale

Cede la strada per il Vaticano: consolidamento in corso

"Situazione precipitata dopo le precipitazioni del 22 giugno"

Borgo d'Ale consolidamento strada

L'intervento di consolidamento della strada per il Vaticano

Borgo d'Ale: la strada verso il Vaticano è aperta solo per metà carreggiata e solo per i residenti. Le restrizioni, causate dalle conseguenze di un recente temporale, dureranno fino al termine dei lavori di consolidamento tutt'ora in corso.

"Raccomandiamo di procedere a passo d'uomo – afferma il sindaco Pier Mauro Andorno – Anzi, per maggior sicurezza consigliamo a chi abita nei pressi della chiesetta di lasciare la macchina a valle e di percorrere gli ultimi cento metri a piedi". La situazione della strada che sale alla chiesetta di sant'Antonio, nella zona appunta nota come Vaticano, è precipitata a seguito delle intense precipitazioni di martedì 22 giugno. Dieci giorni prima era già stata emessa un'ordinanza che vietava il passaggio dei veicoli con un peso superiore alle tre tonnellate e mezzo, imponendo anche il limite di velocità a 30 chilometri orari. "Questo provvedimento è stato preso in occasione dell'avvio dei lavori" spiega il primo cittadino. L'attività degli operai è finalizzata a rinforzare il muro che sorregge la strada: un intervento quanto mai necessario, considerando che il recente temporale ha provocato lo smottamento del terrapieno. "Nel pomeriggio stesso siamo intervenuti per mettere in sicurezza il cantiere e la strada – sottolinea Andorno – Oltre a transennare il tratto di 35 metri interessato dal cedimento, sono stati chiusi i passaggi in cui l'acqua poteva infiltrarsi". Ora i rischi maggiori sembrano rientrati, ma le limitazioni al traffico rimangono in vigore.

La strada del Vaticano è sotto osservazione almeno dal 2019, quando si erano verificati altri fenomeni atmosferici intensi. Il Comune aveva chiesto e ottenuto un finanziamento dalla Regione, che a sua volta aveva attinto dal Fondo sociale di emergenza europeo per la mitigazione del rischio idrogeologico. Dopo un'attesa di qualche mese dovuta alla burocrazia, il cantiere ha finalmente ottenuto il via libera. "Il contributo ammonta a 52.000 euro, ma andrà integrato con i risparmi del Comune – precisa il sindaco – A oggi credo che l'impegno complessivo ammonti a un centinaio di migliaia di euro". 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500