cerca

La rievocazione

Costanzana: "Tiro al piccione", 60 anni dopo

Successo per l'iniziativa proposta dall'associazione LaQuartaParete

Costanzana

Raffaella Pretta, Fabio Ponzana e Chiara Villa

Sessant’anni fa usciva il film “Tiro al piccione” con protagonisti Jacques Charrier, Eleonora Rossi Drago e Sergio Fantoni. Il regista Giuliano Montaldo girò numerose scene tra Vercelli e alcuni paesi della provincia. In piazza Risorgimento a Costanzana è stata ambientata una delle sequenze più drammatiche della pellicola, quella della rappresaglia nei confronti della popolazione da parte dei soldati fascisti.

Tiro al piccione Costanzana

Mercoledì 2 giugno, proprio in piazza Risorgimento, l’associazione teatral-culturale “LaQuartaParete” ha rievocato l’anniversario attraverso l’iniziativa “Tiro al piccione – Suggestioni sonore e visive”. Mentre la piazza è stata disseminata di foto e manifesti con fotogrammi della pellicola, sono stati letti da Chiara Villa frammenti della trama del film, seguiti da spezzoni tratti dalla colonna sonora. Lo storico vercellese Fabio Ponzana ha poi brillantemente condotto gli spettatori a rivivere le atmosfere socio-politiche dei 600 giorni della Repubblica di Salò. "Lqp ha voluto fortemente realizzare questo appuntamento in occasione dei 60 anni di uscita del film di Giuliano Montaldo – ha spiegato la presidente Raffaella Pretta – E farlo nel giorno 2 giugno, festa della Repubblica, acquisisce maggior merito e significato".

Tiro al piccione Costanzana

Presenti anche il sindaco Raffaella Oppezzo e il parroco monsignor Denis Silano, a cui è stata donata, per essere collocata nel teatro cinema parrocchiale, la locandina del film autografata dallo stesso Montaldo, che l'associazione è riuscita a contattare. "Un uomo di gran classe, umiltà e cultura – racconta Pretta - Nonostante i suoi 91 anni, ha risposto subito alla nostra telefonata rendendosi disponibile a parlare con noi ed a rispondere alle nostre domande. Ci rimarrà nel cuore il fatto di aver potuto interagire con un uomo di elevata caratura cinematografica che ha dato un enorme contributo al cinema italiano, facendo luce su temi quali l'intolleranza e le ingiustizie, e ci ha ricordato che essere grandi uomini dipende anche dal grado di umiltà che si riesce a mantenere, nonostante il percorso che si compie".

Tiro al piccione Costanzana

E' intervenuto anche Franco Varalda, uno dei due "sopravvissuti" che venne selezionato come comparsa nel film e che ha raccontato alcuni divertenti aneddoti di quella giornata, rimasta nella memoria storica del paese. Alla biblioteca comunale invece Lqp ha donato una copia dvd del film in versione restaurata e il libro (quasi introvabile) da cui è stato tratto, che d'ora in poi saranno disponibili per i residenti che li richiedessero. Ottima la risposta del pubblico che, nel rispetto delle norme Covid, ha riempito i posti in piazza. "Il paese di Costanzana si è distinto ancora una volta per le sue coraggiose iniziative di stampo culturale", ha osservato Ponzana.

Tiro al piccione Costanzana

 

 

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500