cerca

Crescentino

"Io rispetto il ciclista", un metro e mezzo nei sorpassi

Adesione alla campagna promossa da Paola Gianotti e Maurizio Fondriest

Paola Gianotti

Crescentino ha aderito a “Io rispetto il ciclista”. Venerdì 7 maggio farà tappa in città la record woman Paola Gianotti fondatrice della campagna di sensibilizzazione della sicurezza sulla strada insieme a Maurizio Fondriest e Marco Cavorso. Paola Gianotti, ciclista, coach, scrittrice e detentrice di quattro Guinness World Record tra cui l'essere la donna più veloce ad aver circumnavigato il globo in bici. L’ultimo titolo mondiale l’ha conquistato nell’aprile 2020 dopo aver pedalato per 12 ore consecutive in casa per raccogliere i fondi necessari per acquistare 10.600 mascherine, che ha donato a due ospedali piemontesi. Maurizio Fondriest, ex ciclista professionista vincitore del Campionato del Mondo nel 1988, della Milano-Sanremo nel 1993 e di due Coppe del Mondo di ciclismo, e Marco Cavorso, padre di Tommaso, ragazzo di quattordici anni ucciso nel 2010 mentre si allenava in bici nelle strade della provincia fiorentina, delegato per la sicurezza stradale del sindacato dei ciclisti professionisti ACCPI. “Io rispetto il ciclista” ha lo scopo di sensibilizzare gli automobilisti a rispettare una distanza minima di un metro e mezzo in fase di sorpasso di un ciclista. Crescentino ha aderito all’iniziativa decidendo di installare i cartelli di avviso agli ingressi principali del paese. Gianotti ed il suo team venerdì 7 maggio alle 9 saranno al Parco Tournon per inaugurare le nuove insegne.


"Siamo molto orgogliosi di aver aderito a questo progetto – hanno commentato il sindaco Vittorio Ferrero e l’assessore allo sport Nino Dispoto – perché siamo fermamente convinti che la sicurezza stradale verso questa forma di mobilità sostenibile sia fondamentale. Inoltre riteniamo che questo sia un modo per essere vicini a tutti i ciclisti di Crescentino, amatoriali o professionisti, sensibilizzando tutti gli automobilisti a prestare particolare attenzione alla guida quando li incrociano per le strade". Attualmente il codice stradale italiano non indica una distanza specifica da rispettare in fase di sorpasso di ciclisti. Nel 2020 Paola e Marco insieme all’ACCPI hanno portato in Parlamento la proposta di legge per il sorpasso ad un minimo di un metro e mezzo dell’automobilista sul ciclista. Attualmente la normativa è in fase di convalidazione.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500