cerca

Consorzio socio-assistenziale Cisas

Campagna di sensibilizzazione sul tema dell'affidamento familiare

Appello per trovare nuclei che accolgano bambini e ragazzi

affidamento familiare

Nuova campagna di sensibilizzazione sul tema dell'affidamento familiare, promossa dal consorzio socio-assistenziale Cisas, e finalizzata al reclutamento di nuclei disponibili all'accoglienza di bambini e ragazzi, le cui famiglie di origine si trovano a vivere una situazione di temporanea difficoltà, offrendo loro un ambiente di cura e affetto.

Le tipologie di affidamento sono diverse, in base al tempo e alla disponibilità: residenziale o a tempo pieno, quando il minore vive stabilmente con la famiglia affidataria; diurno o a tempo parziale, quando il minore trascorre con la famiglia affidataria solo alcuni momenti, ad esempio i fine settimana, i pomeriggi per l'aiuto nello svolgimento dei compiti scolastici, le vacanze o in situazioni di emergenza.

Tutti possono rendersi disponibili all'affido familiare: coppie sposate o conviventi, con o senza figli, ma anche persone singole. Le persone interessate potranno partecipare ad un percorso formativo e informativo curato dalle operatrici dell’èquipe affidi Cisas, strutturato in 2 incontri, della durata di 2 ore ciascuno, solitamente svolto in orario serale per agevolare i partecipanti.
Gli incontri, formativi specificatamente rivolti al gruppo di famiglie che hanno già manifestato la propria disponibilità ad intraprendere il percorso di affido, si svolgeranno martedì 11 maggio e giovedì 20 maggio, dalle ore 18 alle ore 20, nella Sala Consiliare del Comune di Santhià. Le nuove risorse familiari saranno, invece, coinvolte nel percorso formativo che verrà organizzato successivamente.

"Le famiglie che si rendono disponibili ad accogliere un bambino o un ragazzo rappresentano risorse preziose - spiega Angelo Cappuccio, presidente del cda del consorzio Cisas - Reperirne quante più possibile è quindi fondamentale per poter offrire un aiuto concreto e garantire altresì l’abbinamento migliore, il cosiddetto “giusto incastro”, tra la disponibilità offerta dalla famiglia e le specifiche esigenze e caratteristiche del minore".

Per qualsiasi informazione è possibile contattare l'assistente Sociale Referente dell'equipe affidi Cisas, Dottoressa Veronica Oliviero Vacchetta, al numero 0161 936922 o inviare una e-mail a [email protected]

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500