cerca

Società sportiva Move

La salute e lo sport come valori primari

"Diamo il via a due importanti progetti"

Move

La società sportiva Move S.S.D.

La società sportiva Move ha come valore incontestabile la priorità della salute e dello sport, piuttosto che il guadagno, e riparte con un progetto per tutti gli sportivi, non solo per i tesserati. "Abbiamo noleggiato due tensostrutture, una a Santhià e una a Biella, per fornire le lezioni e la sala pesi praticamente all'aperto", spiega Tony Nunziata, consulente della società sportiva Move. A Biella il progetto ha avuto inizio lunedì 19 aprile, mentre a Santhià giovedì 22.

"Vorremmo tenere questa iniziativa in vita, almeno fino a luglio, è davvero una cosa bella. Per quanto riguarda Vercelli, Alessandria e Crescentino, facciamo dei corsi musicali nelle piazze o nei parchi, poiché non c’è la possibilità di avere delle tensostrutture: questa iniziativa è gratuita - sottolinea - secondo noi, l’impossibilità di fare attività fisica ha creato una situazione disastrosa, per la salute e il fisico di chiunque, dunque ci siamo chiesti: come possiamo risolvere questo problema? E abbiamo trovato questa soluzione - racconta -: durante il periodo di chiusure, abbiamo dato la nostra disponibilità ai tesserati: le lezioni online erano tutte gratuite, i pagamenti degli abbonamenti sono stati bloccati e abbiamo offerto lezioni online e on demand. Gli sportivi che partecipavano alle lezioni a distanza erano pochi rispetto all’afflusso tipico delle palestre: le persone vogliono fare attività faccia a faccia, e davanti allo schermo è un pagliativo. I corsi da noi proposti erano a corpo libero, ma anche con gli attrezzi: abbiamo noleggiato bici da spinning, step e bilancieri, fornendoli ai tesserati. Il nostro è uno degli ambienti più sicuri: distanziamento, spazi grandi e ogni occorrente per la sanificazione, le attrezzature sono posizionate a metri di distanza, e quando apriremo non vedo come mai le persone non dovranno venire".

Per concludere: "Vorrei ringraziare i dipendenti e i collaboratori Move, che sono sempre stati disponibili a fare lezioni anche in un momento difficile; e l’amministrazione comunale di Santhià che ci ha concesso l’utilizzo del suolo pubblico gratuitamente. L’investimento che abbiamo fatto, oltre che per la salute delle persone, è anche per dare un perché a chi lavora con noi ed è stato fermo, a casa, con la cassa integrazione. Questo periodo ci ha massacrati, oltre che psicologicamente, anche fisicamente. L’importante, però, è fare sport, ricominciare a muoversi, e con noi potrebbe essere un’occasione".

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500