cerca

Parla il presidente Bagna

Trino: dieci giovani alla Pat per il Servizio civile

Sono tre i progetti in cui saranno impegnati per un anno

Servizio civile

"Siamo contenti che parecchie richieste siano arrivate da ragazze e ragazzi trinesi, ma anche da giovani che arrivano da fuori Trino, il che ci gratifica perché ci fa pensare che la nostra associazione sia ben conosciuta e considerata anche al di fuori della nostra città".

Così il presidente della Pubblica Assistenza Trinese Mauro Bagna commenta l’arrivo di dieci giovani per il servizio civile nella propria associazione. Sei sono di Trino, uno di Vercelli, uno di Verrua Savoia, due di Villanova Monferrato. Servizio civile che alla Pat è suddiviso su tre progetti, tutti della durata di un anno, per 25 ore di impegno a settimana, per un compenso di 439,50 euro mensili. Il progetto “Soccorri-amo” riguarda i servizi sull’ambulanza del 118 e i ragazzi dovranno affrontare, da fine aprile, un corso di formazione per acquisire l’allegato “A” e il brevetto Dae: ne fanno parte Mohssine Haouat, Stefano Di Luca e le sorelle Lisa e Sara Repetti. Il progetto “Viaggi solidali” riguarda i servizi di trasporto per le dialisi, l’assistenza domiciliare integrata (Adi), le visite e le dimissioni e ricoveri in strutture, utilizzando l’ambulanza o il mezzo disabili della Pat. I ragazzi da fine maggio frequenteranno un corso di formazione abilitante alla guida e al primo soccorso. Si tratta di Matilde Girardi, Jessica Lamarca, Irene Sequino e Luca Zanzone. Il nuovissimo progetto “Scuola solidale” coinvolge infine Riccardo Laio e Laurette Mekomou che da fine aprile saranno formati per occuparsi di diffondere la cultura del primo soccorso nelle scuole e nelle varie istituzioni e associazioni che ne necessitano.

"Sono progetti importanti, che permettono a questi giovani di affacciarsi ad un mondo speciale, quello del volontariato in particolare del soccorso dove servono impegno, sacrificio e sensibilità, ma da cui si può trarre insegnamento e migliorare il proprio bagaglio individuale nell'interesse della comunità e dei soggetti più fragili - afferma Bagna - Tutte le ragazze ed i ragazzi saranno costantemente seguiti nelle loro attività da "tutor" esperti della nostra associazione. La loro presenza sarà sicuramente un grande valore aggiunto per la nostra Pat e ci permetterà di aumentare le risposte alle sempre più frequenti richieste di interventi nel settore socio-sanitario. Giova ricordare anche che alcuni dei ragazzi inseriti negli anni scorsi nella nostra organizzazione a svolgere il servizio civile, terminato il periodo di un anno, sono stati assunti come dipendenti ed altri ancora sono rimasti come volontari, arricchendo della loro presenza la nostra associazione".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500