cerca

San Germano - inchiesta 'caso capesante'

Il Comune commissariato passa dalle borse alimentari ai buoni spesa

"Il Cisas valuta le domande e comunica i nomi degli aventi diritto"

San Germano municipio

Il palazzo municipale di San Germano

San Germano: al posto delle borse alimentari ora si distribuiscono i buoni spesa. Dopo il clamore dell'inchiesta sugli aiuti agli indigenti, il Comune commissariato adotta una nuova procedura.

Circa un mese fa il governo ha assegnato un contributo per sostenere le persone colpite dalla crisi economica, così come aveva fatto nello stesso periodo dell'anno scorso. Anche la somma è uguale a quella consegnata all'amministrazione allora guidata da Michela Rosetta, cioè poco meno di 9.900 euro. Com'è andata a finire quest'ultima vicenda è ormai noto: il primo cittadino e il consigliere Giorgio Carando sono indagati in particolare per aver gestito in maniera iniqua gli aiuti, consegnando prodotti alimentari a persone senza requisiti e negandoli, al contrario, a cittadini in stato di povertà.

Ora il viceprefetto di Vercelli Anna Laurenza, che è stata nominata commissario proprio a seguito delle dimissioni di Rosetta, ha deciso di ricorrere al servizio offerto dal consorzio Cisas. L'organizzazione è identica a quella già adottata nei paesi vicini che come San Germano aderiscono all'ente. "Il Consorzio si occupa di valutare le domande e di trasmettere in municipio i nomi degli aventi diritto" spiega il commissario. I buoni spesa così assegnati sono utilizzabili in quattro attività commerciali del paese, con cui il Comune ha stretto una convenzione.

Questo provvedimento segna inevitabilmente un cambio di passo con il passato recente del paese. Ma per il resto "la gestione è limitata all'attività ordinaria" sottolinea Laurenza. E questo fino all'elezione del nuovo sindaco, che avverrà durante le consultazioni di inizio autunno. "Il mio compito è garantire l'attività dell'ente, senza però prendere decisioni di carattere politico che spetterebbero a un'amministrazione eletta" spiega ancora Laurenza. Tra le iniziative sospese ci sono dunque le opere pubbliche. "Al mio arrivo non c'era alcun intervento in corso che andava portato a termine - precisa il commissario - Gli eventuali investimenti saranno decisi dalla nuova giunta".
 
 
 
 


 
 
 
 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500