cerca

Investimento di 12.500 euro

Nasce Katatrin, piattaforma online del commercio trinese

L'iniziativa di Comune e Aoct

Cloud computer

La piattaforma marketplace Katatrin è pronta a partire. Ideata dalla Arsnet, sarà il nuovo portale on line del commercio trinese. La giunta nelle scorse settimane ha destinato all’Aoct un contributo di 8.650 euro per finanziare il progetto commerciale trinese, che prevede anche i menù virtuali.

Sulla scelta del nome Massimo Osenga, presidente dell’Aoct, spiega il motivo: "Abbiamo scelto Katatrin per giocare un po’ col nostro dialetto trinese in forma innovativa. E’ infatti la contrazione del modo di dire 'cata a Trin', ovvero 'acquista a Trino', dove la C di cata, è sostituita dalla K per rendere il nome moderno e assonante con altri portali on line più noti. Vuole promuovere il territorio trinese ed è quindi giusto puntare sul nostro dialetto in chiave moderna".

L’investimento: "In totale è di circa 12.500 euro, per realizzare questa piattaforma di aggregazione commerciale delle attività trinesi, in sostanza un marketplace di prossimità. Sulla piattaforma ogni negozio avrà il proprio spazio che gestirà per la sua attività, ma tutte faranno parte, appunto, di Katatrin. L’intenzione è quindi di portare le attività trinesi on line. Questa iniziativa ha un cuore di innovazione forte: la piattaforma del commercio trinese è stata fortemente dal Comune di Trino nella persona dell’assessore al commercio Roberto Gualino e promossa dall’Aoct. Katatrin è già on line ma non è ancora veramente attiva. Nei mesi passati abbiamo tenuto degli incontri di formazione durante i quali il messaggio che ho fatto passare è quello per cui è importante che tutti gli iscritti lavorino sul loro spazio e operino inserendo i propri prodotti".

Lo scopo della piattaforma: "E' di dare visibilità ai negozi trinesi attraverso il mondo digitale e un nuovo canale di vendita. Il progetto è a medio termine, ci vuole tempo sia per i commercianti per apprendere i nuovi strumenti, sia per far conoscere la piattaforma al pubblico. A livello pratico l'utente sul marketplace vedrà tutti i prodotti e le offerte commerciali caricate dai nostri commercianti, potendo scegliere sia per categorie che per tipo di prodotto, avendo a disposizione l'opportunità di scoprire un articolo interessante e un link diretto all'area del negozio. Puntiamo ad un nuovo afflusso di persone per l'attività commerciale, ci saranno agevolazioni forti per chi è di Trino per quanto riguarda gli acquisti e le consegne, mentre per chi vive fuori città ci sarà l'opportunità di vedere gli articoli e comprare nei nostri negozi".

Osenga prosegue: "Questa piattaforma apre scenari immensi, dal semplice buono spesa a scontistiche varie, alla possibilità di una fidelity card del portale. L'altro aspetto interessante è che dietro ad esso ci saranno dei professionisti di Trino che ci lavorano e quindi se qualcuno avrà domande specifiche, le porrà a un esperto del settore e non a un call center. E' un'idea innovativa che può portare un ottimo ritorno d'acquisto in quella che è la battaglia delle visualizzazioni on-line. La definirei un'innovazione tradizionale".

Un altro progetto, strettamente legato, è quello dei virtual menù, ovvero l'applicazione dei menù digitali: "E’ attiva da settembre dello scorso anno e chi la utilizza nota come funzioni bene. Virtual menù è un mezzo per aumentare la consapevolezza dei locali su come muoversi per migliorare l’offerta dei propri prodotti. Il menù è quindi il primo interfaccia col cliente e permette, attraverso l’esame di cosa è più visualizzato ed ordinato, di proporre delle eccellenze del locale".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500