cerca

Sviluppo turistico del territorio

"Accorpamento tra Atl? Ecco la nostra proposta"

Le considerazioni di "Trino Futura"

Ciclovia VenTo

La ciclovia VenTo transiterà anche per Trino

"Un accorpamento delle Atl Vercelli Valsesia Biella con quelle di Novara e Verbano Cusio Ossola potrebbe non valorizzare l’offerta della nostra zona, meglio quindi ragionare col Monferrato". Il gruppo consiliare di “Trino Futura” (Patrizia Ferrarotti, Alessandro Portinaro, Alessandro Demichelis e Paolo Balocco) entra nel merito del discorso relativo alle Atl, partendo con una domanda.

"Quale futuro per lo sviluppo turistico del nostro territorio? Risale soltanto a pochi mesi fa la fusione tra l’Atl Valsesia Vercelli con quella di Biella, dovuta all’esigenza di garantire un dimensionamento minimo richiesto dalle norme vigenti che già si presenta all’orizzonte un nuovo, pare inevitabile, accorpamento. Questo è almeno quanto emerge da alcuni articoli di giornale, in cui si prospettano soluzioni diverse tra cui un’unica Atl del quadrante nordorientale del Piemonte, che tenga insieme Novara, il Verbano Cusio Ossola, Biella e la provincia di Vercelli. Altre opzioni, più o meno fantasiose, sarebbero comunque sul tavolo della Regione Piemonte, che, speriamo, voglia prima o poi cominciare ad ascoltare i territori".

Da “Trino Futura” aggiungono: "In merito a questa vicenda, ci preme sottolineare come, in un sistema di aziende di promozione turistica sempre più grandi, i territori come il nostro che devono ancora affermarsi sul mercato turistico rischiano di essere sempre più marginalizzati. Inoltre la nostra città, ma il discorso può valere per buona parte del vercellese e ancora di più per i territori del Parco del Po, si trova a svolgere un ruolo di possibile cerniera tra la pianura risicola e le colline del Monferrato, lungo l’asse della ciclovia VenTo. Ecco perché temiamo che un accorpamento che ci includa assieme alle montagne e ai laghi del nord Piemonte rischierebbe di non valorizzare la nostra offerta. Meglio, a questo punto, ragionare assieme al Monferrato e creare, insieme, un’offerta turistica che unisca le colline con il fiume, le risaie con al centro Lucedio e il nostro Bosco della Partecipanza. In ogni caso, servono dati e informazioni, oltre che una visione di sviluppo per Trino. Non vorremmo assistere al ridisegno delle Atl fatto sui confini amministrativi che però non rappresentano le vere potenzialità turistiche. Anche da queste scelte possono dipendere le sorti sia delle imprese ricettive e turistiche già esistenti che di quelle che potranno nascere. Parliamo di persone, posti di lavoro, investimenti: ne abbiamo un enorme bisogno, anche per ripartire dopo la fine della pandemia".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500