" />

cerca

Lutto

Addio a Giovanni Barberis, giornalista, conoscitore della musica in tutte le sue forme

E' stato uno dei conduttori storici a Radio City

Giovanni Barberis

Giovanni Barberis

Stroppiana, Vercelli: addio a Giovanni Barberis, giornalista, cantautore, conoscitore appassionato della musica in tutte le sue sfaccettature. A stroncarlo complicazioni cardio-polmonari, aveva 76 anni. 

"Giovanni è stato nove decimi di tutta la mia vita - racconta il giornalista e amico Enrico Demaria -. Aveva iniziato a lavorare come applicato all'Itis. Poi si era trasferito con la moglie Vittorina Michelone al professionale Lanino, dove ha svolto l'incarico di segretario fino alla pensione".

Era anche autore di canzoni: "Con 'I gallinacci' suonava e cantava insieme a Gianpiero Ausano e Pino Francese di Ronsecco. Ha coniato 'il folk di invenzione' e ha creato le più belle canzone degli ultimi decenni, come 'Spasacamin', 'La lun-a an tal pus', cantate da Cesare Filippone, Peppino Bolzoni e Ausano stesso. Molte erano poesie musicate. Lo spunto lo dava il Cecco Leale, la musica era di Gianni Dosio, le parole di Giovanni. Ha composto anche un inno della Pro Vercelli".

Barberis è stato anche per una quindicina di anni conduttore, la domenica mattina, con la collaborazione di Demaria e Leale della nota trasmissione radiofonica 'Folk, Bifolk, Trifolk', poi chiamata 'Bric- a brac' e infine 'Tortuga'. Un pezzo di storia di Radio City quando l'emittente vercellese aveva ancora sede in via Duchessa Jolanda. "Grazie a quella trasmissione nel 1976 è stato rilanciato il Carnevale vercellese con le sfilate" ricorda Demaria. 

"Giovanni è stato il continuatore delle tradizioni inventate dal Cecco - prosegue Demaria -. Animatore, insieme a me, del Memorial del Folk, presentato per decenni, al Civico quando riuscivamo ad averlo, ma anche nel cortile della parrocchia di Sant'Agnese. Abbiamo girato tutti i teatri della provincia. E' stato anche giornalista collaboratore de La Stampa per oltre 30 anni, dal 1982 fino al 2010 circa. Lui la musica al conosceva tutta. Con i suoi articoli sulla pagina degli Spettacoli ha lanciato la 'Camerata Ducale'. Negli ultimi anni collaborava invece con VercelliWeb.tv".   

"E' una perdita grandissima - commenta il sindaco di Stroppiana Maria Grazia Ennas -. Giovanni ha dato un contributo culturale altissimo al nostro paese. Nel 2004 aveva iniziato a organizzare le serate 'Le pagine parlate', appuntamenti che avevano quali protagonisti autori di livello. Aveva poi una sua rubrica social 'Emporium la sindrome dell'arte'. Il suo ultimo servizio per Stroppiana, sul concorso di luci, risale alle recenti festività".

Giovanni, tante volte ti ho avuto davanti alla telecamera e quante risate per il tuo dilungarti nei discorsi amico mio chiacchierone - ricorda in post l'amico Paolo Ignetti -. Ti ringrazio per le belle trasmissioni che mi e ci hai regalato in questi anni di VercelliWeb TV e che resteranno per sempre visibili online. Mi mancherai come mancherai tutti coloro che ti hanno conosciuto, che ti hanno ascoltato in radio e visto in tv, che hanno letto i tuoi articoli. Good bye my friend!".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500