cerca

Casale Monferrato - Parco Eternot

"Doveva essere simbolo di rinascita, ora è desolante vedere l'incuria"

L'appello di Johnny Zaffiro

Parco Eternot

Uno scorcio del parco Eternot a Casale Monferrato

"Il Parco Eternot doveva essere simbolo di resilienza, di rinascita, di un nuovo modello di riscatto di un territorio tutto. Il riscatto di gente che ha dato e che darà ancora molto in termini di sacrificio per il così detto "buon lavoro". Se i simboli sono espressione di volontà di cambiamento, ecco, questo parco oggi racconta molto di più, guardandolo, di tante parole vuote dei nostri governanti. È desolante vedere l'incuria, l'abbandono e la trascuratezza, e forse anche la paura di affrontare la nostra storia e conseguentemente il nostro futuro.

Le fotografie sono implacabili, violente, dolorose tanto son vere e inconfutabili. Ogni domenica non bastano solo dei volontari e delle volontarie ( Legambiente e vivaio Eternot) a curarne le ferite ogni domenica , persone che non  sbandierano la propria dedizione e la propria costanza e che - a differenza delle meschinità lette nei giorni scorsi su Fb - rimuovono rifiuti di ogni genere, da quel parco... A queste persone  bisognerebbe alzare un vero monumento, a loro sì. Non possiamo e non dobbiamo delegare tutto, le istituzioni sono l'espressione di questa storia, della nostra storia, se ancora interessa. Avete l'onore e l'onere  di curare questi simboli e cullarli per quello che rappresentano e per chi rappresentano, non è una scelta è un dovere!"

 Johnny Zaffiro

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500