cerca

Referendum sulla fusione

"L’opinione espressa da pochi non può condizionare la vita di tutti"

Il capogruppo di SiAmo Gattinara invita al voto

Mariella Goldin

Mariella Goldin

La data della consultazione referendaria sulla fusione dei Comuni di Gattinara e Lenta è ormai prossima. Il silenzio calato da parte di chi lo aveva promosso sembra aver fatto cadere quell’interesse che ha agitato inizialmente le due opposte fazioni. La maggior parte dei cittadini si trova oggi a dover manifestare il proprio pensiero in merito ad un importante cambiamento che solo pochi hanno deciso e di cui solo alcuni comprendono davvero motivazioni e significato. Tuttavia le urne si apriranno e tutti noi dobbiamo esprimere la nostra scelta. Il voto di ognuno è importante, non fosse altro se non per evitare che l’opinione espressa da pochi possa condizionare poi la vita di tutti, senza possibilità di replica. E non è detto che chi si asterrà sia veramente d’accordo con chi, invece, si è recato a votare. Consideriamo poi che, qualora l’esito fosse favorevole alla fusione e questa, pertanto, venisse realizzata, la situazione si avvierà ad uno stravolgimento per entrambi i due Comuni, dal quale non si potrà retrocedere.

Sappiamo che l’espressione del voto, qualunque essa sia, è l’estrinsecazione della volontà democratica. Tuttavia, è probabile che il malessere che serpeggia per svariati motivi e la perdita di fiducia nelle istituzioni possano far perdere la motivazione all’accesso alle urne, così come accaduto in precedenti elezioni, facendo apparire pigro e svogliato anche chi, invece, avrebbe molto da dire e così, l’inedia di troppi finirebbe con il rivelare un pensiero del tutto diverso da quello della reale maggioranza. Per questo invito tutti al voto, al proprio personale voto, espresso con la testa e con il cuore, così come so che i gattinaresi sanno fare. Qualunque sia la loro decisione. Ed invito a votare senza farsi condizionare – o illudere – da specchietti per allodole o promesse aleatorie, ben sapendo che i contributi statali non sono, al momento, certi e sicuri, così come i vantaggi preventivati dai fautori della fusione.

Ciò che è certo, invece, è che Gattinara non sarà più quella di prima, Lenta, a maggior ragione, neppure, e ciò sarà per sempre, con la necessità per entrambe le amministrazioni di gestire il cambiamento, la transizione ed il passaggio ad una realtà del tutto nuova, diversa e, ad oggi, imprevedibile.


Mariella Goldin
SìAmo Gattinara

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500