" />

cerca

Anci Piemonte

"Un’univoca battaglia di libertà per migliaia di donne"

Locarni commenta la situazione afgana

Gian Carlo Locarni

Gian Carlo Locarni, presidente della consulta Sport, Cultura e Pari Opportunità di Anci Piemonte

Come Presidente della consulta Sport, Cultura e Pari Opportunità di Anci Piemonte non posso che essere profondamente amareggiato dagli sviluppi, in negativo, che si stanno verificando in Afganistan. Una flebile democrazia che tentava di radicarsi in un mondo segnato da decenni di guerra fraticida. Le vittime di questa evoluzione di una sub cultura medioevale saranno sicuramente le donne. Le donne afgane hanno provato i vari percorsi di emancipazione, a volte antecedenti a quelli occidentali ed ora si ritrovano in una sorta di viaggio nel tempo a ritroso con pratiche che nella migliore delle ipotesi sono patriarcali. Come non ricordare come le donne sotto il dominio talebano non potevano girare da sole ma solo accompagnate da un parente maschio, stessa sorte se dovevano raramente recarsi in banca o negli uffici pubblici. Come non sottolineare la pratica dei matrimoni che definire combinati rimane un eufemismo, in molti casi veri e propri bottini di guerra. Saremo facili profeti nel pronosticare un percorso ad un passato che nessuno al giorno d’oggi può concepire. Non mi addentro nelle tematiche di politica internazionale, le quali non sono del tutto chiare neppure a chi la politica internazionale la “mastica” quotidianamente. Ma vorrei sottolineare con forza come gli sforzi, ancora in corso nel mondo occidentale, per una reale parità di genere, saranno vanificati da questo nuovo corso afgano. Nel nostro piccolo, distanti migliaia di chilometri da questa tragedia umanitaria non possiamo e non dobbiamo sottacere a tali pratiche che di fatto fanno ripiombare il paese afgano ai tempi primordiali. Dovremmo senza distinzione di sorta politica, non intestarci una battaglia politica di parte ma bensì un’univoca battaglia di libertà per migliaia e migliaia di donne che saranno giocoforza private dalla stessa.


Gian Carlo Locarni
Presidente consulta Cultura Sport e pari Opportunità Anci Piemonte

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500