cerca

Comune di Tronzano

"Nessuno spreco, fondi investiti per servizi a famiglie e fasce deboli"

L'Amministrazione comunale risponde all'ex maggioranza

Tronzano Comune

Il municipio di Tronzano

L’amministrazione comunale risponde all’ex maggioranza: “Nessuno spreco di denaro, abbiamo investito fondi per garantire servizi a famiglie e fasce deboli”. L’amministrazione comunale risponde alla lettera firmata dall’ex Sindaco Andrea Chemello e dai vecchi amministratori Francesco Massocca, Delfina Gerardi, Davide Pinton, Teresa Iatomasi, Vittorio Camoriano, Valentino Viviani e Antonello Milano ed inviata ai giornali negli scorsi giorni. Secondo la nostra visione un buon amministratore deve cercare di gestire al meglio le poche risorse esistenti e sfruttare il più possibile i contributi che ci vengono erogati a fondo perduto da enti esterni.

Fin dal nostro insediamento, avvenuto a ottobre 2020, ci siamo impegnati per raggiungere i migliori risultati programmati nell’arco dell’intero mandato della durata di cinque anni. In questi primi mesi ci siamo occupati di portare a termine alcune pratiche lasciate in sospeso dalla vecchia amministrazione: in particolare la cessione di una strada ad un’azienda locale e la regolarizzazione dei contratti di affitto dei terreni. La prima ci ha permesso di reperire fondi per gli investimenti, destinati in parte all’ammodernamento degli impianti tecnologici del palazzo comunale (internet e centralino telefonico) ed in parte per la realizzazione dell’illuminazione nell’area mercatale; la seconda ci ha permesso di recuperare circa 11mila euro di affitti non riscossi dalla precedente amministrazione sin dall’annata agraria 2012 / 2013, da destinare al soggiorno anziani per vincolo ereditario. Altresì, abbiamo cercato di garantire la sopravvivenza di alcuni servizi presenti all’interno del paese, senza negare che, come già ampiamente sottolineato, le risorse relative alle spese correnti sono state ridotte a causa della presenza dei numerosi contenzioni avviati dalla consigliera Canna Gallo: tali contenziosi non sono stati da noi voluti e sono stati innescati dalla questione relativa all’ineleggibilità di Lucia Scagnolato, sostenuta alle scorse elezioni proprio dalla vecchia maggioranza. A fronte della richiesta della Signora Canna Gallo di vedere sciolto il Consiglio Comunale e commissariato il Comune di Tronzano non c’erano altre possibilità per l’Ente di costituirsi e difendersi in giudizio, a tutela di tutti i cittadini.

Nonostante ciò, con le risorse disponibili, siamo riusciti ugualmente a mantenere la gratuità del servizio dopo scuola e ad intervenire a parziale copertura dei costi del centro estivo, come l’anno precedente, per garantire un servizio alle famiglie.
Inoltre, abbiamo utilizzato i contributi che lo Stato eroga per l’emergenza pandemica: tali fondi possono essere utilizzati solo per interventi che coprano maggiori costi che l’Ente deve sostenere a causa della pandemia, attinenti all’ambito dei servizi alla persona, in particolare alla salute. Ebbene con tali fondi abbiamo avviato un appalto per procedere alla sanificazione delle aree
pubbliche (parco giochi, aree di sosta) e dei locali comunali, dando altresì la possibilità di riaprire al pubblico i servizi igienici dell’area mercatale, fino ad oggi utilizzabili solo durante l’orario di mercato. Questo intervento è un investimento che consente di garantire ai cittadini un paese più pulito ed ordinato rispetto a quanto avuto negli ultimi anni.

Non era possibile fare svolgere tali mansioni al personale comunale che deve essere impegnato in altre attività parallele per mantenere in ordine il paese (manutenzione cimitero, aree verdi, segnaletica orizzontale e cartellonistica). Ancora, stante l’impossibilità di ripristinare il servizio sanitario per anziani e malati a causa dell’inadeguatezza del veicolo sprovvisto delle misure di sicurezza anti Covid, abbiamo utilizzato parte dei fondi erogati dallo Stato per riattivare tale servizio tramite un’associazione che dispone di mezzi in sicurezza e di personale formato per le emergenze. Tale intervento è stato condiviso con il presidente dell’associazione V.T.V., interpellata prima di prendere ogni decisione.

A nostro modo di vedere l’utilizzo dei fondi erogati dallo Stato non significa sprecarli ma investirli per offrire ai cittadini un paese con una migliore qualità della vita. Inoltre, in caso di mancato utilizzo di tali fondi, essi devono essere restituiti allo Stato e ciò comporterebbe a carico del Comune la perdita di risorse importanti e l’impossibilità ad erogare i servizi al cittadino.
Riguardo alla questione relativa alla Polisportiva comunichiamo che fin dall’inizio del mandato abbiamo convocato riunioni sia con il direttivo che con i genitori, al fine di ascoltarne le esigenze. Durante il corso dell’anno, nonostante lo stop delle attività, abbiamo erogato il contributo economico a favore della società. Tuttavia nei giorni scorsi la società ha rinunciato alla gestione del campo sportivo perché, a causa della crisi organizzativa interna, non poteva più garantire il rispetto delle condizioni contenute nella convenzione stipulata con la vecchia amministrazione nell’anno 2018. Come amministrazione abbiamo dato la massima disponibilità a sostenere la nascita di una nuova associazione di Tronzanesi per fare ripartire l’attività sportiva. Infine, riguardo alla questione Cisas la nostra scelta non ha natura politica ma risponde all’esigenza di avere, a parità di servizi erogati, una vicinanza territoriale che garantisca al cittadino una maggiore solerzia nel gestire le situazioni di difficoltà. Come già comunicato, il servizio Cisas ripartirà dal 1° gennaio 2022 e fino ad allora il passaggio di consegne verrà gestito al meglio per evitare strappi con la precedente gestione.

Il Sindaco
Michele Pairotto
Il Vice Sindaco
Fausto Valdo

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500