" />

cerca

Parola ai lettori

Una "speciale" matinèe all'Opera

L'iniziativa della casa di riposo di piazza Mazzini

Teatro

"Ma ci va l'abito da sera?", "Hai sentito, Mariuccia - dicono tra loro - sabato si va al Civico!". 

Ecco, talmente tanta è la voglia di normalità e di tornare indietro di 40 anni, che la sola proposta di fare un "pomeriggio di gala" tra noi, parafrasando la Tosca, è stato sufficiente a far tornare il sorriso e far sorridere di gioia. Qual è il segreto: non trattarli tutti da bambini o da vecchi un po' andati, ma da quello che sono, dei "noi fra qualche anno", ed un sabato pomeriggio di marzo la Sala delle Colonne della struttura di Piazza Mazzini è diventata il "Gran teatro al Sottoscala" con Romanze d'opera. E noi che credevamo che non durassero nemmeno un'ora (poca a volte è la tenuta), preparando brani scelti per quel tempo, abbiamo dovuto prolungare fino a 2 ore esatte. Che magia la sola idea di essere a Teatro un giorno... Ed alla fine, al bis, il "Va Pensiero" è stato cantato anche da tutti noi, tutti insieme, mentre sullo schermo c'era quella rappresentazione all'Arena di Verona quando a cantarlo erano 4.600 coristi. Chi lo dice che non si possa ben vivere anche lì "al nos ritir"? Una cosa è certa: il bis è garantito. 

PaoloGiovanni Monformoso - Psicoeducatore, Antropologo, Giornalista

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500