cerca

Carabinieri e Sogin

Accordo per contrastare illeciti relativi a sorgenti radioattive

Ampliata collaborazione per decomissioning e gestione rifiuti nucleari

Generale Valerio Giardina e ad di Sogin Emanuele Fontani

Il generale Valerio Giardina e l'ad di Sogin Emanuele Fontani

Roma: il comandante dei Carabinieri per la tutela ambientale e la transizione ecologica, generale Valerio Giardina, e l’amministratore delegato di Sogin, Emanuele Fontani, hanno firmato la proroga del Protocollo d’intesa finalizzato alla collaborazione nelle operazioni di recupero e messa in sicurezza di sorgenti radioattive orfane.

L'accordo, di durata triennale, giunto al suo terzo rinnovo, oltre prevedere l’organizzazione di attività formative reciproche nelle materie di interesse comune, amplia la collaborazione fra le parti prevedendo lo sviluppo di attività congiunte, di analisi e di elaborazione dei profili di rischio relativi ai flussi commerciali per rendere più efficace la gestione delle commesse nucleari, e il contrasto al traffico di materiali e rifiuti radioattivi.

"Siamo orgogliosi di questo rinnovato accordo – commenta Fontani – che allarga gli ambiti di collaborazione con il Comando tutela ambientale dei Carabinieri con l’obiettivo di rafforzare il contrasto alle attività illecite. Un riconoscimento della professionalità e serietà con la quale portiamo avanti il decommissioning nucleare e la gestione dei rifiuti radioattivi per garantire ogni giorno la sicurezza dei cittadini e la tutela dell’ambiente".

"Siamo lieti – afferma il generale Giardina – di rinnovare con Sogin, società da sempre impegnata nella tutela dell’ambiente, l’accordo per contrastare ogni forma di illecito inerente sorgenti radioattive, per la formazione del personale e per ogni scambio informativo che possa permettere alle nostre istituzioni di eseguire al meglio il proprio mandato”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500