cerca

Le probabilità

Il virus fa paura: possibile coprifuoco anticipato e divieto di visite a parenti e amici

Speranza: "Decisive le prossime due settimane"

Roberto Speranza

il ministro della Salute Roberto Speranza

“Saranno decisive le prossime due settimane”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza valuta la situazione dell’intero Paese che sta ufficialmente affrontando la terza ondata dell’epidemia Covid. Tanti sono infatti i dati che stanno mantenendo in allerta gli esperti e che potrebbero portare ad ulteriori inasprimenti delle limitazioni se il quadro generale dovesse peggiorare: si pensa all’anticipo dell’orario del coprifuoco e al divieto delle visite a parenti e amici anche nelle zone arancioni.

A livello nazionale, quello che più spaventa, è il numero dei ricoveri in terapia intensiva: ci si sta avvicinando pericolosamente alla soglia delle 3.000 persone ricoverate (oggi sono più di 2.400), che farebbe scattare l’allarme. Anche la crescita della curva epidemiologica fa paura e c’è il rischio che i contagi possano aumentare in modo incontrollato nei prossimi giorni. Questo potrebbe portare ad ulteriori restrizioni nei territori maggiormente colpiti: se la curva non accennerà a diminuire nelle zone dove sarà prevista la didattica a distanza, potrebbero chiudere alcuni esercizi commerciali. Le serrate dei negozi, quindi, non comprenderebbero esclusivamente i territori in zona rossa, ma potrebbero espandersi anche nelle aree in fascia arancione rafforzata.

Sempre in caso di peggioramento del quadro generale, si starebbe pensando ad anticipare l’orario del coprifuoco: l’idea è quella di farlo partire dalle ore 20 invece che dalle 22. Nuove restrizioni, probabili, anche per gli spostamenti. Le limitazioni riguarderebbero le visite a parenti e amici: il divieto che oggi vale esclusivamente per le zone rosse, potrebbe essere allargato ai territori in arancione rafforzato, come già accaduto in Lombardia, e anche alle aree in fascia arancione. Sarebbe consentito, di fatto, andare a trovare qualcuno solamente in zona gialla. Sono tutte solamente ipotesi, che dovranno essere valutate in relazione all’evoluzione dei prossimi giorni, ma il quadro secondo gli esperti è in continuo peggioramento.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500