cerca

Pronto il dossier

Le aziende del freddo di Casale si candidano a conservare i vaccini

L'appello del sindaco Riboldi al Governo

Casale capitale del freddo

Casale Monferrato ribadisce la propria disponibilità a ospitare nelle sue aziende del "freddo" i vaccini anti Covid destinati al Piemonte e da conservare a basse temperature. Una candidatura avanzata già in autunno dal sindaco Federico Riboldi, che ora rilancia la posizione della città e delle sue aziende che operano nel settore della refrigerazione. "Mettiamo a disposizione i nostri esperti per aiutare il Governo a gestire il piano vaccinale", afferma Riboldi a seguito dell'insediamento del nuovo commissario straordinario per l'emergenza, il generale Paolo Figliuolo, e del capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio.

"Casale Monferrato e il suo distretto del freddo hanno le competenze e le professionalità necessarie per dare il proprio supporto e aiuto nella più importante campagna vaccinale della storia d'Italia - dice il sindaco casalese - In zona già diverse aziende producono frigoriferi per la conservazione di medicinali a basse e bassissime temperature e le restanti sono pronte a riconvertire gli impianti necessari per andare incontro alle esigenze di stoccaggio e trasporto dei vaccini".

Riboldi poi aggiunge che "con il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, avevamo predisposto un puntuale e accurato dossier per l'allora Commissario Arcuri: oggi rivolgiamo ai nuovi incaricati lo stesso appello. È indispensabile che a gestire tutta la filiera ci siano i migliori tecnici del freddo d'Europa e nessuno supera quelli di Casale Capitale del Freddo".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500