" />

cerca

La decisione

Scuole chiuse in zona gialla e arancione con 250 casi ogni 100 mila abitanti

In fascia rossa didattica a distanza per tutti gli istituti

Scuola

Non solo nelle zone rosse e arancione scuro: ora anche nelle regioni gialle e arancioni le scuole potranno essere chiuse se ci saranno oltre 250 casi ogni 100 mila abitanti per almeno sette giorni consecutivi. La scelta, in questo caso, spetterà ai governatori. Nelle zone rosse, viene inoltre confermata, che la didattica a distanza ricomincerà per tutti gli istituti di ogni ordine e grado. Il provvedimento può scattare anche solo per province o comuni, non necessariamente per la regione intera. Questa la decisione presa dalla cabina di regia riunitasi a Palazzo Chigi, che ha scelto di accogliere il parametro proposto dal Comitato tecnico scientifico nonostante il parere sfavorevole di alcuni ministri. 

Nello specifico, si legge nella nota, "la misura di cui al primo periodo dell’articolo 43 è disposta dai Presidenti delle regioni o province autonome nelle aree, anche di ambito comunale, nelle quali gli stessi Presidenti delle regioni abbiano adottato misure stringenti di isolamento in ragione della circolazione di varianti di SARS-CoV-2 connotate da alto rischio di diffusività o da resistenza al vaccino o da capacità di indurre malattia grave; la stessa misura può altresì essere disposta dai Presidenti delle regioni o province autonome in tutte le aree regionali o provinciali nelle quali l’incidenza cumulativa settimanale dei contagi sia superiore a 250 casi ogni 100mila abitanti oppure in caso di motivata ed eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500