cerca

IL FLÂNEUR

Il tempo si è fermato a Montonero

Una passeggiata nella campagna a pochi chilometri da Vercelli

Montonero

Un flâneur è sempre alla ricerca di luoghi dove il tempo pare essersi fermato. In questa puntata ci spostiamo a pochi chilometri da Vercelli per goderci due passi in una di queste bolle temporali. Alcune oche in gruppo stanno cercando qualcosa nel terreno. Tutto attorno la campagna con il suo verde e il colore del riso. Qui si trova il piccolo borgo di Montonero.

oche

La strada, che devia da quella principale in direzione di San Germano Vercellese, dista un chilometro dall’abitato. Mille metri lungo uno stretto rettilineo, tanto dura il tunnel temporale. Prima di entrare nella frazione del comune di Vercelli, lungo una stradina sterrata sulla sinistra, scorgo una signora intenta a pescare le rane. Ha una lunga canna di bambù con il filo di nylon, in testa porta un fazzoletto e, legato alla vita, un grembiule a fiori con le tasche. Era da quando avevo dieci anni che non vedevo più una scena del genere. Poche case e una via che taglia l’abitato. Il luogo di Montonero vecchia, costituiva una corticella dipendente dalla Corte Regia di Vercelli, che nel 945 il vescovo Attone donò ai canonici vercellesi. Montonero nuova è documentata dal 1151. Nel borgo esiste ancora il castello oggi adibito ad uso agricolo. L'Ordano ritiene che la fortificazione, politicamente sempre sotto la giurisdizione di Vercelli, sia da inquadrare nella cintura di castelli che il Comune si era costituita per controllare tutte le strade di accesso alla città, anche se il castello di Montonero fu fatto costruire, con ogni probabilità, dai canonici di S. Eusebio.

La pianta del perimetro primitivo doveva essere quadrilatera con ingresso sul lato settentrionale, protetto da una massiccia torre quadrata. Successive modifiche portarono alla creazione del fossato e allo spostamento dell'ingresso sul lato occidentale del perimetro. Al XV secolo sono fatte risalire le torri, una quadrata e l'altra circolare, fiancheggianti il nuovo ingresso, che costituisce un interessante particolare costruttivo. In epoca posteriore sono stati rialzati i muri di cinta, inglobando i merli a coda di rondine. I resti di una torre circolare, adibiti a ghiacciaia, occupano l'angolo sud orientale del recinto e sono attribuibili ad una fase intermedia fra l'antico e il piú recente impianto rettangolare. All'interno del cortile è visibile una colonna del porticato con capitello originale. Nonostante i rifacimenti e la conversione dei fabbricati ad uso agricolo, il complesso ha un rilevante interesse architettonico mentre l'area conserva un notevole interesse archeologico.

Risaie

Durante il Settecento Montonero fu interessato da un aumento delle terre adibite a risaie e da un ridisegno complessivo dei corpi abitativi e produttivi, sulla scia di un mutamento della cultura architettonica che andava imponendo una linea di razionalità formale. Negli anni Quaranta del Settecento si registrò la costruzione di nuove cascine. La chiesa di Montonero fu ricostruita nel 1727. Particolarmente interessante è un’effigie muraria che indica “Ordine Mauriziano Caseificio AD 1933 E.F. XI”. Montonero è anche segnalata in diversi blog dai pellegrini della via Francigena. In particolare mi ha incuriosito l’annotazione di una signora che, nel 2010 sul cammino da Santhià a Vercelli, scriveva: ”In lontananza si vede già Vercelli, ma la mappa indica che mancano ancora una decina di chilometri. A Montonero una freccia indica un'area di sosta della Via Francigena. Una panchina al sole al lato dell'ingresso della piccola chiesa e per fortuna anche una fontana. L'acqua non è freschissima, ma c'è! E questo è l’Essenziale!”. Attorno alla frazione il paesaggio tipico della bassa vercellese la fa da padrone con le immense distese di risaie. Dicono che il periodo migliore per visitare questi luoghi sia da maggio a giugno oppure a ottobre, ma sono convinto che, ogni stagione, abbia caratteristiche tali da meritare una passeggiata dove il tempo sembra essersi fermato.

(immagini di repertorio)

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500