cerca

I segreti di Internet

S.O.S. Mouse

Arriva il “mouse-mover”: la salvezza per tutti coloro che lavorano in smart

Mouse mover

Lo so che in molti potranno rimanere perplessi, ma oggi parleremo proprio di questo: del “mouse-mover”, ovvero di quel congegno che serve a muovere il mouse (l'apparecchio che, guizzando veloce come un topolino, ci permette di muovere il cursore sullo schermo del Pc).

Ma... la domanda sorge spontanea ...dal momento che il mouse lo si muove già con la mano, a che potrà mai servire un aggeggio per spostarlo?!?. Sarebbe un po' come inventare un congegno che servisse a far ruotare il volante della macchina ...se ci sono io alla guida userò ben le mani per sterzare, o no? Eppure, in tempi di smart working, sorgono situazioni e necessità del tutto inimmaginabili fino a pochi mesi fa, e una di queste è proprio quella che ha portato alla creazione del mouse-mover di cui ci occupiamo oggi. La giornalista scientifica Samantha Cole, sulle pagine del sito Vice.com, spiega bene come sia nato il tutto. Manco a dirlo la cosa è stata lanciata tramite un video su TikTok da una tal Leah (potete vederlo qui) che, con il piglio veloce e persuasivo del presentatore di una televendita, illustra quello che lei stessa definisce un “trucco” per chi lavora da casa e, durante lo smart-working, vuole prendersi degli spazi per sè un po' più lunghi di quelli consentiti dall'azienda.

Leah stessa lavora da remoto dall’inizio della pandemia e nel proprio video su TikTok spiega come utilizzare il mouse-mover (o mouse-jiggler), ovvero un piccolo dispositivo semovente posizionato sotto il mouse per mantenere il cursore attivo. Il di lei computer aziendale impostava il suo status su “non disponibile” appena lei smetteva di muovere il cursore, e quindi di lavorare, o si allontanava dalla scrivania per più di qualche secondo (cosa che le capitava abbastanza spesso per via dei tre figli a casa che avevano bisogno di aiuto per le lezioni a distanza durante la chiusura delle scuole). “Lavorando da remoto i tuoi colleghi non possono ‘vedere’ fisicamente se ti alzi per andare in bagno o per prendere il pranzo – spiega Leah illustrando il suo progetto – L’ultima cosa che volevo in quei momenti era avere la paranoia che le persone potessero pensare che non stavo lavorando ...soprattutto perchè a me sembrava di lavorare più che mai.

Durante il Covid molte aziende e pubbliche amministrazioni hanno stabilito che i propri dipendenti dovessero lavorare da casa in modalità smart e, allo stesso tempo, hanno adottato strumenti per controllare che ognuno facesse il proprio dovere ...come? Semplice, a mezzo del “bossware” ovvero di un software installato dal datore di lavoro che permette di verificare la produttività e la presenza (al PC) del lavoratore. Alcune aziende hanno imposto ai dipendenti l’uso di software che controllano la tastiera o il mouse, e ciò per assicurarsi che lavorino in ogni momento. Le applicazioni che controllano il lavoro del dipendente sul di lui PC portano il suo status nella modalità “non disponibile” se lo stesso è inattivo per un breve periodo ...proprio come nel caso di Leah. La Electronic Frontier Foundation (un'organizzazione internazionale non profit di avvocati nata per tutelare i diritti digitali e la libertà di parola nell'odierna era digitale) ha dichiarato i bossware non etici e il Center for Democracy and Technology (altro ente simile) li ha definiti dannosi per la salute dei lavoratori. Fatta la legge, verrebbe da dire, trovato l'inganno, per cui, con il controllo a casa del lavoratore sono anchesì nate le strategie per assentarsi dal proprio posto senza destare sospetti.

Oggi i mouse jiggler per ribellarsi ai bossware possono tranquillamente essere fatti in casa: ne esistono realizzati con i Lego o con mille altri materiali alla bisogna. Gli store online straripano di strumenti simili da attaccare a una presa di corrente o a una porta Usb. Ci sono migliaia di risultati solo su Amazon alla voce “mouse jiggler” e altrettante recensioni su come questi strumenti hanno aiutato le persone a ingannare un certo software di sorveglianza. I software che tracciano il livello di attenzione e di attività dei lavoratori dipendenti esistono da anni, ma è solo con l'avvento del Covid che il mercato relativo a questi strumenti di controllo ha subito una impennata come mai prima. Il mouse-mover utilizzato da Leah nel suo video su TikTok è prodotto dalla Tech8USA. Diana Rodriguez, portavoce aziendale della stessa, ha spiegato in un'intervista che l’azienda aveva lanciato il prodotto a febbraio 2020, poco prima del lockdown negli Stati Uniti; inizialmente le vendite erano state modeste, ma a due mesi dallo scoppio della pandemia hanno visto un incremento impressionante, e nonostante molte persone siano nel frattempo tornate in ufficio, le vendite non rallentano.

Rodriguez ha detto che la clientela è molto variegata: trattasi di insegnanti, avvocati, contabili, studenti e altro ancora. La maggior parte acquista un mouse jiggler per due ragioni: tenere lo schermo attivo quando si leggono documenti o si monitorano sistemi di rete, aggirare politiche di lavoro per cui la produttività è direttamente proporzionale all’attività di mouse e tastiera. A dire il vero il mouse jiggler come strumento fisico è persino già superato (come sappiamo oggi la tecnologia corre veloce) : si trovano in Rete software gratuiti che imitano i movimenti del mouse (anche se, a dire il vero, se uno lavora per un’azienda che controlla i download sul PC dei dipendenti, non si hanno i privilegi di accesso per installare nuovi programmi sul proprio computer di lavoro. “Oggi la situazione si è ribaltata a favore dei lavoratori – sostiene Rodriguez – Ora hanno loro il potere. Hanno a cuore la flessibilità. Sono ambiziosi. Tengono molto all’equilibro vita-lavoro e non hanno paura di dire no a superiori che non condividono questi valori. Il mouse mover è uno strumento nuovo in questo cambiamento e noi stiamo dalla parte dei lavoratori della conoscenza.” Che cosa lei intenda per “lavoratori della conoscenza” non è a dire il vero molto chiaro, certo è comunque che, se volete fare delle “pause siga” più lunghe del dovuto, il procurarsi un mouse mover diventa un passo assolutamente indispensabile per i vostri fini.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500