cerca

I segreti di Internet

La sfida del penny

Quando l'intelligenza elettronica può diventare pericolosa

Cortocircuito

Chi di noi non conosce o non ha mai provato la noia?

Ma sì dai, quel maledetto malessere interiore, connesso a una prolungata condizione di monotonia che ci conduce talvolta all'impazienza, all'irritazione o al disgusto? In epoca di pandemia, di restrizioni comunicative e di lockdown se ne è parlato spesso, soprattutto a riguardo delle generazioni più giovani che, private dall'oggi al domani del contatto fisico con amici e compagni di scuola, sono piombate in una sorta di limbo sociale difficile persino da immaginare. La noia dunque ...quando si è annoiati o si cade nell'apatia più totale oppure, giocoforza, si cerca in qualche modo di inventarsi qualcosa. Il noto filosofo Umberto Galimberti ha addirittura elogiato la noia, considerandola quella condizione necessaria affinchè i bambini, infastiditi e impazienti per il non aver nulla da fare, si sforzano di attivare il cervello per trovare qualcosa (qualsiasi cosa) pur di sfuggirle.

Quando sopraggiunge la noia possono nascere tante idee, alcune sane altre meno, come ad esempio chiedere all'assistente vocale di Amazon un consiglio su una nuova sfida da affrontare così, tanto per ingannare il tempo. Conosciamo tutti Alexa, l'intelligenza artificiale in grado di interpretare il linguaggio delle persone e dialogare con gli umani fornendo informazioni di diverso tipo nonchè di eseguire differenti comandi vocali. Tra le funzioni più comuni vi sono quelle di: riprodurre musica, gestire liste (della spesa o delle cose da fare), impostare promemoria e sveglie, effettuare streaming di brani musicali e podcast, riprodurre audiolibri e fornire previsioni meteorologiche, informazioni sul traffico e riprodurre altre informazioni in tempo reale, etc. etc. Tra le tante domande che le potevano essere fatte, come dicevamo prima, vi è stata anche quella di una bambina di 10 anni che, annoiata, ha chiesto ad Alexa di proporle una bella sfida, così, tanto per renderle frizzante la giornata.

Detto fatto: è bastato chiedere. Gli algoritmi dell'intelligenza artificiale si sono messi in moto e, rovistando qua e là tra le informazioni diffuse in Rete, hanno trovato in men che non si dica qualcosa che potesse soddisfare la richiesta della piccola utente. Peccato che, chissà per quale motivo, Alexa abbia proposto alla bambina niente di meno che una challenge (“sfida”, per dirlo con la nostra lingua – ne abbiamo parlato anche in questa rubrica (clicca qui)) abbastanza pericolosa che qualche tempo fa era diventata virale su TikTok. La risposta data da Alexa riprendeva pari pari l'introduzione di un articolo pubblicato sul sito “Ourcommunitynow.com” che descriveva in cosa consiste la cosiddetta “outlet challenge” (la sfida della presa, anche conosciuta come la “sfida del penny”). Vediamo un po' di che cosa si tratta: si collega parzialmente un caricabatterie alla presa elettrica (quindi non lo si infila del tutto), lasciando esposti i poli sui quali si lascia poi cadere un moneta. A quanto pare, per una legge fisica che non sono minimamente in grado di spiegare, gli effetti dell'esperimento (o “sfida” per restare in tema) sono decisamente pericolosi (la sfida, per l'appunto, consiste nel cercare di far fare cortocircuito al sistema elettrico di casa senza restare fulminati), tanto che Alexa, nel proporre questo insolito diversivo anti-noia, raccomandava altresì (...almeno quello) di prestare attenzione.

A denunciare il fatto è stata Kristin Livdahl, la madre della bambina che, accortasi in tempo della cosa, ha reagito come farebbe una qualsiasi giovane madre tecnologizzata dei nostri tempi, cioè pubblicando un eloquente messaggio su Twitter postando la schermata da cui si evince la risposta di Alexa alla richiesta di sua figlia. Amazon, allarmata dalla notizia, è corsa subito ai ripari, intervenendo con una nota ufficiale in cui, cospargendosi il capo di pixel, ha spiegato che si è trattato di un errore di sistema che ora è stato del tutto risolto.
Altro che smart!

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500