cerca

I segreti di Internet

Non più semplici spostamenti, ma mobilità sostenibile

Arriva MUV B Corp, la startup tecnologica che promuove "competizioni" nell'uso di biciclette, monopattini e mezzi pubblici.

Muv B Corp

Ecologisti e attenti all'ambiente, almeno a parole, lo siamo un po' tutti.

In un un'epoca come la nostra il mantra della tutela di paesaggi, mari, monti e fiumi ha fatto sì che, tra alti e bassi, l’ecologia andasse ad assumere un ruolo sempre più importante nella nostra quotidianità. Da qui, tutta una serie di iniziative, promosse dalla politica e dalla società civile, che vanno a braccetto con la salvaguardia dell’ambiente. La responsabilità sorta dalla consapevolezza di dover vivere in un mondo più sano e pulito non poteva non coinvolgere anche Internet, la tecnologia e, quindi, le applicazioni. Sono moltissime le app che si interessano a questi temi, alcune propongono sistemi e incentivano stili di vita finalizzati al risparmio energetico domestico, allo smaltimento differenziato dei rifiuti, alla creazione di aree verdi nelle città, etc. etc.

Tra queste numerose applicazioni troviamo anche quella di cui ci occuperemo oggi, ovvero “MUV Game”, ideata da “MUV B Corp”, una startup tecnologica che si è posta l’obiettivo primario di incoraggiare nei propri utenti comportamenti salutari e responsabili. Come realizzare tutto ciò? Semplice: promuovendo competizioni “sportive” nell’ambito della mobilità sostenibile, ma vediamo ora come funziona il tutto. L’app sviluppata dal team di MUV, che possiamo già trovare disponibile per Android e iOS, consente a chi la scarica di organizzare e partecipare a eventi pensati per trasformare la mobilità sostenibile in uno sport, offrendo l’opportunità di contribuire in prima persona alla lotta contro il cambiamento climatico. L'idea quindi è quella di creare una sorta di competizione tra gli utenti il cui obiettivo non sia tanto (come quasi sempre accade) quello di vincere una battaglia navale o riuscire a fare atterrare un aereo in fiamme in una simulazione di volo virtuale, bensì quella di primeggiare nel porre in essere comportamenti virtuosi con l'ambiente, soprattutto per quanto riguarda gli spostamenti personali e i trasporti in genere. MUV Game è davvero facile e intuitiva: dopo averla scaricata sullo smart-phone (per la cronaca: è gratuita), si può creare il proprio avatar inserendo dati fisici tramite i quali l’app ci informerà sulle calorie perse, i passi percorsi in un giorno, e su ogni altra informazione relativa al nostro benessere fisico.

Ma... direte voi, che differenza c'è quindi con tutte le altre applicazioni di “running”, come per esempio le famosissime Runkeeper, Runtastic, etc.? Semplice: MUV Game, a differenza delle proprie “cugine”, monitora e fa guadagnare punti (e sta qui che si accende la competizione tra gli utilizzatori) quando si pone in essere qualsiasi tipo di movimento sostenibile: bicicletta, monopattino, ma anche autobus, treno o qualsiasi mezzo pubblico. Naturalmente i mezzi privati quali moto e auto non fanno guadagnare punto alcuno. Ogni settimana agli utenti vengono proposte sfide, indicate classifiche e organizzati tornei a squadre per vincere premi, sconti o inviti a eventi esclusivi. Tutti i dati raccolti (non illudiamoci, tutte le applicazioni, anche quelle che si prefiggono i più nobili intenti, raccolgono inesorabilmente i nostri dati) verranno poi elaborati, studiati, confrontati e condivisi sull'app sotto forma di “open data” (ovvero dati aperti, quindi accessibili da tutti senza limite alcuno) per stimolare il dibattito sulla mobilità sostenibile e influenzare il processo di politiche urbane.

Diamo ora la parola a Domenico Schillaci, CEO di MUV Game, che meglio di ogni altro ha spiegato il significato della sua operazione nel corso di un'intervista: “Grazie a un accordo con DOTT, la startup di monopattini elettrici, abbiamo realizzato eventi che sono state delle vere e proprie sfide di mobilità sostenibile a Palermo e Monza, ma presto saremo anche in altre città italiane. Abbiamo inoltre organizzato il Torneo di mobilità sostenibile tra 16 Università europee: oltre 2.200 utenti, 319.185 chilometri sostenibili, che se fossero stati percorsi in auto corrisponderebbero a 42,5 tonnellate di emissioni di CO2. La nostra roadmap di eventi è fittissima. Nel corso del 2022 sono previste sfide e tornei, in partnership con aziende che condividono gli stessi valori, nelle principali città italiane ed europee e lanceremo Serie MUV, il campionato di sostenibilità per i tifosi di calcio”. A ogni buon conto la risposta del mercato e degli utenti non si è fatta attendere ...ed è stata sorprendente: dopo il perfezionamento della tecnologia e degli algoritmi durante il lockdown del 2020, e delle strategie di marketing ad aprile 2021, si è partiti con i primi tornei sperimentali grazie a clienti di peso e prestigio quali la Fondazione CRT, EIT Urban Mobility e il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile.

La tutela dell'ambiente e la responsabilità dei comportamenti dei viaggiatori dovranno quindi passare attraverso sfide a premi con classifiche e accumulo di punti? Probabilmente sì ...d'altronde la strategia degli incentivi e delle competizioni la vediamo già applicata (e con grande successo) a ogni altra applicazione: da quelle classiche di gaming a quelle di trucco e parrucco.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500