cerca

Consorzio di Bonifica della Baraggia Biellese e Vercellese

"Se la siccità persistesse, a rischio anche l'acqua potabile"

L'allarme del presidente Leonardo Gili e del direttore Alessandro Iacopino

Consorzio Baraggia

Uno degli invasi semi vuoti gestiti dal Consorzio Barggia

«L’allarme che stiamo lanciando dopo l’emergenza siccità di questa estate è concreto e drammatico: siamo stati molto vicini alla “tempesta perfetta” e abbiamo retto solo grazie alla prova di volontà dei consorziati e della nostra struttura».

Gili e Iacopino

Non si nasconde certamente dietro a un dito Leonardo Gili, presidente del Consorzio di Bonifica della Baraggia Biellese e Vercellese, insieme al direttore Alessandro Iacopino. «Abbiamo letteralmente raccolto fino all’ultima goccia disponibile – dice – Gli invasi ora sono vuoti o a capienza ridotta. Quello che vogliamo chiarire è che, se la situazione di siccità si ripeterà anche il prossimo anno, non potremo più garantire non solo l’acqua per l’irrigazione, ma anche per l’uso domestico».

Approfondimento sul numero de La Sesia in edicola venerdì 16 settembre

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500