cerca

Elezioni politiche

Vercelli: presentati i candidati di Azione Italia-Viva

"Insieme per dimostrare che un altro modo di fare politica è possibile”

Azione-Italia Viva

Da sinistra: Teresa Barresi, Fabrizio Finocchi, Luigi Marattin, Francesca Tini Brunozzi, Gabriele Molinari

“Noi veniamo da un mondo politico con un organico fatto esclusivamente da persone preparate e competenti. Di questo ne vediamo la dimostrazione ogni giorno. Noi siamo qui a illustrare la proposta del terzo polo che ha nella sua immediatezza il programma di riportare Draghi al governo, di continuare con l’agenda Draghi e soprattutto con il metodo Draghi. In molti si sono intestati ‘l’agenda Draghi’ senza averne contezza”.

E’ uno dei passaggi salienti che è stato esposto da Francesca Tini Brunozzi durante la presentazione dei candidati e del programma elettorale di Azione-Italia Viva. Gabriele Molinari ha aperto questo incontro con il pubblico che si è avuto lunedì 12 nello spazio esterno della libreria Mondadori. Erano presenti: Francesca Tini Brunozzi, Fabrizio Finocchi e Luigi Marattin, candidati alla Camera del collegio Plurinominale Piemonte 2 - P01, Teresa Barresi candidata alla Camera nel collegio uninominale.

In sintonia con le parole di Tini Brunozzi è risultata la considerazione sull’operato del governo proposta da Fabrizio Finocchi: “Il 25 si vota e dobbiamo chiederci se vogliamo un governo in linea con l’Europa, con ciò che questo paese ha bisogno, oppure se vogliamo un governo di rottura. Noi siamo l’elemento in grado di equilibrare la scelta politica che ci sarà all’indomani dell’elezioni e chiediamo la fiducia per questo motivo. Abbiamo fiducia in ciò che ha fatto Draghi e nel suo metodo. Noi saremo i nuovi moderati in grado di dare equilibrio a questo paese”.

Luigi Marattin ha proposto una serie di riflessioni sullo stato economico e politico del paese, ma è sulla perdita di credibilità della politica che ha posto l’accento: “La politica è un’attività umana con la quale affrontiamo i problemi di una comunità, in nome di un progetto di comunità, di un’idea dello stare insieme. Da questo alto ideale la politica è arrivata ad essere quella che abbiamo visto negli ultimi trent’anni. La politica ha perso di credibilità è diventata un reality show dove inventarsi lo slogan più orecchiabile possibile, urlare più forte nei confronti dell’avversario politico, dove sfruttare la rabbia popolare per prendere consenso”. 

Oltre a queste valutazioni sui metodi della politica italiana ha esposto un’analisi sull’azione politica del centro destra riguardante il tema delle tasse con una particolare attenzione sulla questione della flat tax. Anche il Bonus edilizio e la strutturazione attuale del reddito di cittadinanza sono entrate nel mirino della critica che Marattin non ha risparmiato ai competitor del Movimento 5 stelle. In conclusione: ”Italia Viva e Azione stanno  insieme per dimostrare che un altro modo di fare politica è necessario e possibile. Bisogna pensare non solo alla redistribuzione del reddito ma soprattutto alla produzione che deve tornare ad essere competitiva”. L’appello al voto ha investito anche il futuro del partito: “Dal 25 settembre partirà un’avventura in grado di dire agli italiani che gli ultimi anni sono stati un incubo ma che i giorni migliori arriveranno e con l’aiuto di tutti riusciremo a consolidare e sviluppare questa promessa.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500