cerca

Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Fast e Orsa Trasporti

Aggressioni ai capitreno: i sindacati proclamano lo sciopero nazionale

Personale mobile fermo per 8 ore il 9 settembre

Binario treno

Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Fast e Orsa Trasporti hanno proclamato uno sciopero nazionale di 8 ore per il giorno 9 settembre, dalle 9.01 alle 16.59, di tutto il personale mobile dipendente dalle società di trasporto Trenitalia, Italo, Trenord e Trenitalia Tper.

Lo sciopero viene proclamato "in considerazione delle violente e reiterate aggressioni al personale mobile registrate negli ultimi mesi e già denunciate pubblicamente dalle scriventi il 29 agosto 2022 - fanno sapere i sindacati - A tutt’oggi non si è apprezzato alcun intervento a tutela del personale da parte dei datori di lavoro e neanche un maggiore controllo dei treni da parte delle forze dell’ordine, e preso atto dell’ennesima aggressione avvenuta il 2 settembre ai danni di un Capotreno nella località di Viserba sul treno regionale 17554 della Società Trenitalia Tper, che segue per tempistica e pari violenza le numerose aggressioni subite dal personale mobile negli ultimi mesi".

I promotori della mobilitazione citano alcuni esempi di aggressione subite dal personale: "a titolo esemplificativo e non esaustivo. 4 agosto: Castellalto (TE) aggressione al capotreno con un temperino; 5 agosto: Campoleone, aggressione al capotreno; 9 agosto: Venezia, aggressione al capotreno di un frecciargento per Milano; 10 agosto: Poggio Rusco, aggressione al macchinista ed al capotreno; 11 agosto: tratta Marotta - Senigallia, aggressione al capotreno; 23 agosto: Piacenza, aggressione al capotreno del treno 3921; 23 agosto: Toscana, aggressione al capotreno da parte di un viaggiatore ubriaco; 23 agosto: Milano, aggressione al capotreno treno 36799 ad opera di un viaggiatore senza biglietto; 26 agosto: Veneto, aggressione a due capitreno; 26 agosto: Napoli, aggressione a un capotreno sulla tratta Pozzuoli - Gianturco; 2 settembre: Bergamo aggressione al capotreno del treno 9605".

I sindacati sottolineano che "la gravità e l’intollerabilità di tali episodi non consente indugi e necessita urgentemente di un fermo e risolutivo intervento a tutela della sicurezza e dell’incolumità delle lavoratrici e dei lavoratori che quotidianamente prestano servizio alla collettività. Per tali motivi, considerata la ricorrenza degli episodi, proclamiamo 8 ore di sciopero nazionale".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500