cerca

Rivoluzione astronomica

James Webb Telescope: prime scoperte e immagini spettacolari

Il James Webb Telescope ha già iniziato a stupire

spazio

Lanciato il 25 dicembre 2021, il James Webb Telescope ha già iniziato a stupire e dare risultati spettacolari. È notizia di pochi giorni fa, infatti, che il telescopio spaziale per l’astronomia dei raggi infrarossi è riuscito a rilevare la presenza di anidride carbonica nell’atmosfera di Wasp-39b, un pianeta extrasolare a 700 anni luce dalla Terra.


L’esopianeta, come spiegano dall’Inaf (Istituto nazionale di astrofisica) «era noto agli astronomi dal 2011. L’avevano scoperto con i telescopi da terra, osservando la sua ombra proiettata sulla stella attorno alla quale orbita durante ogni rivoluzione. È quella che in gergo astronomico si chiama tecnica dei transiti, e con Wasp-39b è quasi da manuale: il pianeta, infatti, è un gigante gassoso circa 1.3 volte più grande di Giove, e orbita otto volte più vicino alla sua stella di quanto non faccia Mercurio col Sole. Completa quindi un giro ogni quattro giorni circa, e grazie alle sue dimensioni, al fatto che la stella è simile al Sole, e alla distanza del sistema dalla Terra (appena 700 anni luce), la sua eclissi non è difficile da osservare»


Il telescopio James Webb, grazie allo spettrografo infrarosso NirSpec, è riuscito quindi a rilevare la firma dell’anidride carbonica nell’atmosfera del pianeta. Una vera rivoluzione per la storia dell’astronomia poiché, continuano dall’Inaf, «è la prima volta che viene rilevata la presenza di questa molecola in un pianeta extrasolare, e la ragione è soprattutto tecnica: nessun altro telescopio, né da terra né dallo spazio, era  mai stato in grado di rilevare differenze così sottili tra i 3 e i 5.5 micron dello spettro di trasmissione di un esopianeta. Si tratta di un intervallo di lunghezze d’onda fondamentale per misurare le abbondanze di gas come l’acqua, il metano e l’anidride carbonica, che si pensa possano esistere in molti tipi diversi di esopianeti»


Dal suo lancio, pochissimi mesi fa, il James Webb Telescope è già stato però in grado di stupirci più volte, a partire dalle prime immagini arrivate. «Oggi presentiamo all'umanità una visione rivoluzionaria del cosmo grazie al telescopio spaziale James Webb, una visione finora inedita» aveva commentato Bill Nelson, Amministratore della NASA, lo scorso 12 luglio quando Webb ci ha inviato la prima immagine catturato nello spazio profondo. «Queste immagini, inclusa la visione più profonda del nostro universo ora a nostra disposizione, dimostrano come Webb contribuirà a dare finalmente risposte a domande che non siamo nemmeno in grado di porre, domande che ci aiuteranno a capire meglio il nostro universo e il posto occupato dall'umanità al suo interno»


Il telescopio spaziale James Webb è attualmente il principale osservatorio scientifico nello spazio del mondo, atto ad indagare i misteri del nostro Sistema Solare, osservare altre stelle in sistemi ancora più lontani e sondare le strutture e le origini del nostro Universo nonché capire il posto che occupiamo all'interno di questo. Webb è un programma internazionale guidato dalla NASA con i suoi partner, l'ESA (Agenzia Spaziale Europea) e la CSA (Agenzia Spaziale Canadese).

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500