cerca

Cisl Scuola

"Troppi errori nei quesiti per i concorsi della secondaria"

Barbacci: "Evidenti i limiti di questo sistema di reclutamento"

Scuola concorso

Dopo l'ennesima comunicazione del Ministero dell’istruzione in merito alla necessità di ricalcolare i punteggi a seguito di errori riscontrati nella formulazione delle risposte ai quesiti proposti per la prova scritta dei concorsi per docenti della scuola secondaria, interviene il segretario generale Cisl Scuola, Ivana Barbacci.

"Ora è la volta delle classi di concorso A001, A010, A046, A052, A026, A028 AB24 e AB25, AB55, AG56, AM55, AN56, AW55, per le quali si dovrà procedere alle modifiche, di cui sarà data notizia a ciascun candidato interessato mediante avviso a cura del gestore del sistema informativo, inviato all’indirizzo di posta elettronica fornito dall'aspirante all’atto dell’istanza di partecipazione al concorso - fa sapere Barbacci - Il numero delle risposte rivelatesi errate è ormai davvero considerevole, dato che i casi continuano a emergere pur essendo trascorso un considerevole lasso di tempo dallo svolgimento delle prove".

Essendo in corso le operazioni di assunzione dei vincitori, "è inevitabile che la revisione dei punteggi si rifletta sulla gestione delle procedure, col rischio di mandare in tilt un sistema già alle prese con scadenze molto strette e che in alcune situazioni è apparso non del tutto affidabile - prosegue il segretario Cisl Scuola - Proprio a fronte delle numerose criticità segnalate, abbiamo chiesto un incontro urgente al Ministero, ritenendo indispensabile una verifica sulle anomalie riscontrate, alle quali va posto subito rimedio al fine di evitare che risultino ancor più compromesse le possibilità di coprire con contratti stabili i posti su cui sono state autorizzate le nomine. Risaltano con sempre più evidenza tutti i limiti di una politica del reclutamento dei docenti affidata esclusivamente ai concorsi per esami".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500