cerca

Consiglio regionale

Piemonte: istituita la Giornata del Valore Alpino

Polemiche sulla data scelta da parte dell'opposizione

Alpini penna nera

Con 25 voti favorevoli, 3 contrari e 11 astenuti, il Consiglio regionale ha approvato la legge che istituisce la Giornata del Valore Alpino, che si celebrerà il 16 gennaio, in ricordo del sacrificio degli Alpini caduti nella campagna di Russia. 

“La legge regionale – ha spiegato il proponente Davide Nicco (Fdi) – presenta elementi diversi da quella nazionale: quella piemontese sarà una Giornata non solo celebrativa ma di iniziative concrete per diffondere i valori del Corpo degli Alpini, che verranno realizzate con le risorse messe a disposizione dalla Regione e con il supporto dell’Associazione Alpini”. "Il Valore Alpino rappresenta non solo il riconoscimento ai tanti valorosi alpini che hanno segnato con il loro sacrificio la storia del nostro Paese, ma indica l’obiettivo di porre al centro della vita delle comunità i valori di impegno civile di tanti volontari, protagonisti nelle attività di presidio e di intervento di fronte alle emergenze e alle necessità dei territori”. Lo dichiara il consigliere regionale vercellese Carlo Riva Vercellotti. “La Legge approvata è interamente dedicata a sostenere e promuovere la storia, il patrimonio culturale, l’impegno e i valori rappresentati sul proprio territorio dal corpo degli Alpini. Andiamo a stanziare 100 mila euro l’anno per i primi due anni, rifinanziabili. Con tali risorse – prosegue Riva Vercellotti – gli Alpini piemontesi potranno promuovere momenti di studio e commemorazione, restaurare sentieri e monumenti legati ai loro luoghi e molte altre iniziative di conservazione e valorizzazione della memoria”.

“Il voto sulla legge - commenta il consigliere regionale della Lega Salvini Piemonte Paolo Demarchi - rappresenta una occasione per promuovere l’attività del corpo degli Alpini e la sensibilizzazione sui valori culturali che tradizionalmente rappresenta. La storia del Piemonte è fortemente legata alle Penne Nere, che su questo territorio hanno sempre operato fin dalla loro costituzione e che ogni giorno sono pronte a tendere la mano alla nostra regione, come hanno fatto durante l’emergenza pandemica”. “Ho voluto leggere ai colleghi - ha proseguito Demarchi - un resoconto della sola attività dell’Ana Sezione di Torino svolta nei mesi da febbraio ad aprile 2020, quando la pandemia era un inferno sconosciuto per tutti noi. Una testimonianza che ci riporta a quante Penne Nere abbiamo visto in questi due anni laddove c’era bisogno, e se è vero che a Torino onoreremo il 150esimo anniversario del Corpo degli Alpini, è anche vero che il Piemonte ha due secoli di buone ragioni per celebrare il Valore Alpino”. “Noi siamo onorati di votare questa legge - aggiunge il capogruppo della Lega Salvini Piemonte Alberto Preioni - ma spiace che il Partito Democratico e i Cinque Stelle si siano astenuti dall’approvare una legge assolutamente condivisibile e senza colore politico. Al di là delle dichiarazioni di circostanza, il loro mancato voto non rende onore al valore, all’abnegazione, alla solidarietà, alla storia e ai sacrifici dei nostri alpini. Un atteggiamento che le nostre Penne Nere non meritano”.

Ribatte l'opposizione: “La legge che istituisce la Giornata regionale del Valore Alpino, fortemente voluta dal centrodestra al punto da forzare per l’ennesima volta il Regolamento contingentando i tempi per impedirci di tentare almeno di migliorarla con emendamenti di merito, è un doppione di quella nazionale sulla quale aveva già espresso le proprie perplessità il Presidente Mattarella, sottolineando come ogni anno venga già celebrata il 4 novembre una giornata dedicata a tutte le Forze Armate” dichiarano il presidente del Gruppo Pd in Consiglio regionale Raffaele Gallo e il consigliere regionale del Partito Democratico Diego Sarno. “Proprio per il profondo rispetto che Il Partito Democratico ha per il Corpo degli Alpini, per la loro storia e per il loro impegno che, anche in tempi recenti, abbiamo potuto apprezzare nella lotta alla pandemia, abbiamo provato in tutti i modi a evitare che venissero festeggiati in una ricorrenza storica legata al regime fascista che, peraltro, anche loro contribuirono a sconfiggere, partecipando alla Resistenza e alla Lotta di Liberazione. Il centrodestra ha, infatti, indicato nel testo il 16 gennaio, data del 1943 in cui venne diramato l’ordine di ripiegamento del Battaglione Verona; il giorno successivo sarebbe iniziata la dolorosa ritirata di Russia. Si tratta di un giorno afferente a episodi di una guerra di aggressione con la quale il fascismo mandò a morire decine di migliaia di soldati italiani. Questa data evidenzia un filo nero che continua a scorrere nella storia del nostro Paese” proseguono gli esponenti dem.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500