cerca

Isde Vercelli

"Chiediamo chiarimenti sull'impianto pallet in costruzione"

Le richieste dei medici per l'ambiente

Impianto pallet

L'area dove sorgerà l'impianto pallet

Gentile direttore,
                       Isde sezione di Vercelli, attraverso il suo Consiglio scientifico ribadisce e chiede chiarimenti sui seguenti aspetti per quanto concerne l’impianto Pallet in costruzione:

• Prendiamo atto delle iniziative di compensazione previste dall'azienda: piantumazione di 300 alberi, impianto fotovoltaico da cui trarre parte della corrente elettrica, vasca di raccolta per l'acqua piovana, barriere fonoassorbenti, pista ciclabile. Sottolineiamo come gli interventi di compensazione nel 2022 siano da considerarsi un punto di partenza ineludibile e non un'"aggiunta".
• il responsabile parla di emissioni odorigene ma ovviamente non di altro tipo di emissioni, l'assenza di formaldeide nelle colle utilizzate è anche questa un inevitabile punto di partenza (come si potrebbe costruire un impianto nuovo in cui si utilizza un cancerogeno certo?), ma sappiamo poco a priori sull’impatto delle restanti emissioni in un'area di Vercelli già colpita da un più alto tasso di mortalità; su quest’ultimo punto sarebbe necessario la conduzione di una seria e approfondita VIS (valutazione impatto sanitario) predittiva che inspiegabilmente gli enti preposti (politici e tecnici) hanno bocciato solo perché non prevista per legge per questo genere di impianti.
• Come collante verrà utilizzata l’MDI (metilen-difenil-isocianato) che potrebbe avere gli stessi effetti negativi, in quanto ad oggi in assenza di riscontri certi, viene indicata come sostanza sospettata di provocare il cancro. (codice H351); dinanzi a tale evidenzi scientifica incontrovertibile chiediamo almeno l’applicazione del principio di precauzione al fine di tutelare, a differenza del passato, la salute pubblica.
• Inoltre nel progetto presentato e accettato (a meno che non sia stato cambiato all’insaputa degli enti preposti ?) si indica che il legname/mobili giungeranno anche da fuori regione Piemonte, addirittura dalla Toscana, poiché di tali impianti in Italia ne esistono solamente due.

A Tale riguardo si allega tabella estratta dal progetto ufficiale :

ISDE chiede, anche in considerazione di un impianto che lavorerà h24 su tre turni lavorativi, come ARPA e/o enti preposti pensino di monitorare (anche in contraddittorio con le analisi eseguite dal gestore stesso) in maniera continuativa le immissioni atmosferiche. Auspichiamo centraline a camino e postazioni fisse di monitoraggio nell’area di presunto impatto immissivo da parte dello stesso sito produttivo; inoltre dai verbali delle conferenze di servizio si osserva come purtroppo l’ASL VC non abbia assunto nessuna posizione sui potenziali rischi legati alla salute rimettendosi completamente alle richieste di Arpa.
• Si fa presente, infine, che l’impianto porterà anche ad un sensibile aumento del traffico pesante considerando i numerosi mezzi che h24 dovranno trasportare il materiale di lavorazione presso il sito produttivo.

Già da questa breve serie di criticità si capisce come ISDE sia fortemente preoccupata dell’impatto negativo che avrà tale sito produttivo, anche qual ora vengano rispettate le soglie critiche definite, in un contesto ambientale e sanitario già malsano e degradato dalle precedenti attività industriali. A tale riguardo si ribadisce, visto che la sua pubblicazione è caduta in un assordante e imbarazzante silenzio degli enti preposti, l’esito del REC (referto epidemiologico comunale) da noi condotto che ha dimostrato come l’area sud del capoluogo stia ancora ad oggi pagando un prezzo altissimo in termini di mortalità sia in termini numerici che di precocità di decesso. (lo smantellamento della ciminiera dell’inceneritore non cancella certamente il danno sanitario!). In conclusione considerato che l’autorizzazione ad oggi concessa dalla Provincia risulta essere provvisoria e della durata di 12 mesi , sarà nostra premura in questo lasso di tempo monitorare con attenzione gli impatti ambientali e sanitari del sito produttivo anche con valutazioni sanitarie rapide di tipo epidemiologico per rilevare affezioni acute/precoci tra i soggetti nell’area cittadina su cui l’impianto andrà purtroppo a ricadere.

Il Consiglio scientifico Isde Vercelli

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500