cerca

Genova Nervi

Il Piemonte protagonista ad Euroflora con un allestimento sensoriale

La mostra internazionale in programma dal 23 aprile all'8 maggio

Piemonte Euroflora

Il direttore di Euroflora, Rino Surace (in piedi ) e il presidente di Asproflor Sergio Ferraro (al centro)

L’allestimento “L’armonia attraverso i sensi e le sensazioni” rappresenterà la Regione Piemonte all’interno di Euroflora 2022: un percorso che simboleggia la connessione tra la Terra l’essere umano, studiato per promuovere il comparto florovivaistico regionale e valorizzare le specie botaniche autoctone. Il coordinamento di progetto è stato affidato ad Asproflor.

Euroflora 2022, XII edizione della mostra internazionale del fiore e della pianta ornamentale, è in programma a Genova dal 23 aprile all’8 maggio. L’esposizione sarà coordinata da Asproflor e vedrà la partecipazione dei soggetti attivi nel comparto florovivaistico regionale: Associazione Biellese Floricoltori Vivaisti, Cia Confederazione agricoltori Piemonte. Orticola Verbanese, Mercato Ingrosso Fiori di Torino, Associazione Italiana Centri Giardinaggio, Confcooperative Piemonte Fedagri e Confagricoltura Piemonte. "Abbiamo voluto dare vita a un percorso sensoriale, in continuità con il tema del verde che si ribella alle costrizioni operate dall’uomo contro la natura, espresso nel design di Euroflora 2018 - spiega Sergio Ferraro, presidente Asproflor - In questo nuovo allestimento, gli alberi rappresentano gli elementi di connessione tra la Terra e l’essere umano, mentre la strada è il cammino di ogni persona verso la propria aspirazione di felicità: è da percorrere a piedi scalzi, per provare quella sensazione di instabilità che simboleggia il percorso di vita di ciascuno alla ricerca di una forma di equilibrio interiore".

In particolare, un leccio presente nell’area ha assunto la forma di un sedile, con il suo tronco a forma di schienale: accoglierà pertanto le persone che, appoggiando la schiena e passando le mani sulla corteccia si vorranno riconnettere con la natura, ascoltando le energie che tornano a fluire. Quindi una sagoma umana distesa su un prato guarda il cielo e libera i propri pensieri, rappresentati da sfere fiorite che confluiscono in una nuvola di fiori, riflettendo sulla fatica del quotidiano, rappresentata da un percorso in granulato di vetro. All’interno dell’allestimento, la produzione florovivaistica piemontese viene rappresentata da piante acidofile, piante da frutto, piante ornamentali, sempreverdi da fiore, perenni ed erbe aromatiche, fino alle piante forestali da rimboschimento. La presenza della Regione Piemonte a Euroflora 2022 vuole infatti essere un forte momento di valorizzazione delle specie botaniche autoctone nonché di promozione del comparto florovivaistico. 

“Prosegue la partecipazione del Piemonte ad Euroflora 2022, unica regione sempre presente fin dalla prima edizione, oltre alla Liguria, all’esposizione internazionale dedicata al comparto florovivaistico. - dichiara l’assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte, Marco Protopapa - Grazie alla collaborazione tra Asproflor, le associazioni rappresentanti i produttori e la Regione, portiamo a Genova la nostra produzione eccellente piemontese, che si caratterizza per varietà e sottolineo per qualità di piante e fiori, un valore quest’ultimo tipico dei nostri prodotti agricoli made in Piemonte. Per questo il sostegno della Regione alle aziende passa anche attraverso le attività di promozione, consapevoli delle tante criticità che il comparto deve affrontare a causa delle crisi economiche che si susseguono”.
Euroflora 2022 si svolge a partire da sabato 23 aprile, per 16 giorni, coinvolgendo tre parchi storici contigui affacciati sulla scogliera a Nervi, per una superficie totale di oltre otto ettari, e tre musei dedicati alle arti figurative dell’Ottocento e del Novecento.

Per l’edizione di quest’anno verranno allestiti 90 giardini ed è prevista la presenza di oltre 300 espositori, oltre a un viaggio tra le grandi collettive regionali italiane, da nord a sud, partendo proprio dal Piemonte e attraversando la penisola grazie a Liguria, Sardegna, Marche, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. Numerose anche le presenze internazionali all’evento, unico appuntamento italiano tra le floralies riconosciute da Aiph – International Association of Horticultural Producers.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500