cerca

Solidarietà

Ucraina, fuga per la salvezza: in 5 a Vercelli con un'unica borsa

Le iniziative dal capoluogo e dai paesi

Profughi Ucraina

I bambini ospitati da una famiglia vercellese

L’arrivo dei profughi dall’Ucraina e il moltiplicarsi delle azioni di solidarietà hanno suggerito la nascita di un coordinamento vercellese per rendere più efficiente il supporto. Ne fanno parte 32 tra enti e associazioni impegnati a vario titolo nel sociale. Alla Caritas Diocesana ci sono stati incontri per affrontare i temi più urgenti, come l’individuazione di soluzioni di accoglienza, problematiche del vestiario, dell’alimentazione e l’avvio di un centro informazioni.

Oggi ci soffermiamo in particolare sull’acquisto di medicine da mandare in Ucraina da parte del Gruppo Alpini di Porta Torino, sull’assalto ai discount e sulle iniziative di Borgo Vercelli, Caresanablot, Olcenengo e Villata. Tra le storie che l’attualità ci regala vi proponiamo quella di 5 profughi ospitati senza clamore da due sorelle nella casa della madre.

Approfondimenti sul numero de La Sesia in edicola venerdì 18 marzo 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500