cerca

la partenza sabato 12 marzo

Ucraina, missione Rotary Distretto 2031

Cinque volontari dei Club per portare medicinali e salvare 40 mamme e bambini

Ucraina, missione Rotary Distretto 2031

“Il conflitto in Ucraina si prefigura come una delle più grandi emergenze umanitarie d’Europa negli anni a venire, non solo oggi. L’evacuazione dei civili e i bisogni in generale sono enormi e, probabilmente, cresceranno, sia all’interno che all’esterno dell’Ucraina" . A scriverlo è la Croce Rossa  ma ormai a tutti è tragicamente chiaro che parlare di emergenza, è sin troppo limitativo.

Siamo già oltre.

Bisogna agire non solo tempestivamente ma anche in modo finalizzato.

"Su questa linea - ci ha spiegato Milly Cometti del Rotary Viverone Lago -  tutti i Club del DISTRETTO 2031 (che comprende buona parte del Piemonte e la Valle d'Aosta) in contatto diretto con il Rotary Club TERNOPIL CITY  dell’Ucraina, si sono immediatamente attivati promuovendo una raccolta fondi per l’acquisto ed il trasporto dei medicinali e dei materiali ospedalieri richiesti, per consegnarli agli amici rotariani nel più breve tempo possibile".

Le modalità scelte sono state due.

Una fulminea raccolta fondi , per far fronte alle prime necessità, convogliata sul conto unico del Distretto, che ha registrato una grande, generosissima risposta da parte di tutti i Club.

In contemporanea è stata indetta una raccolta di beni di prima necessità e soprattutto medicinali, grazie all'attiva collaborazione del Banco Farmaceutico e dell'associazione  MIUFI (acronimo di “Made in Ukraine for Italy”) che opera in territorio ucraino e italiano, apolitica e senza finalità di lucro.

"Tutto ciò che è stato raccolto - prosegue Milly Cometti - verrà caricato su un pullman che partirà da Settimo Torinese sabato mattina 12 marzo per raggiungere PRZEMYSL, in Polonia, dove ci attende il contatto del Club Ucraino per ritirare gli aiuti".

La missione però non si ferma qui.

Scaricati i medicinali e i beni di prima necessità, sul pullman saliranno 40 persone (soprattutto mamme e bimbi) , che attraverso l'aiuto della Protezione Civile troveranno in Italia la certezza dell'accoglienza.

Il team  di volontari che partirà sabato mattina alla volta di Przemysl, è composto Carmelo Velardo e Luca Rivoira del Rotary Club Settimo Torinese, Silvia Gambotto, medico pediatra del Rotary Club Cuorgnè Canavese, Donatella Cosentino del Rotary Gattinara e la stessa Milly Cometti del  Rotary Viverone Lago.

“Non stiamo facendo né più né meno quello che fanno tantissime altre associazioni – chiosa Cometti – ci tengo a sottolineare che non è un gesto straordinario, sono azioni da “normalizzare”. Nel senso che io me lo posso permettere, perché ho l’opportunità di farlo, come altri. Ma tutti i gesti di solidarietà hanno egual valore. Sperimentare la solidarietà è un dovere civile, reinventarne la “normalità” è soprattutto un dovere verso noi stessi”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500