cerca

Regione Piemonte

Vercelli: "Nuovo ospedale, occasione straordinaria ma serve attenzione"

Le dichiarazioni del consigliere Carlo Riva Vercellotti

Carlo Riva Vercellotti

Il consigliere regionale Carlo Riva Vercellotti (foto Marta Fusaro)

"Una straordinaria occasione ma attenzione alla sostenibilità economica e alle tempistiche".

Così il consigliere regionale Carlo Riva Vercellotti sull'approvazione, da parte della Regione, della programmazione di indirizzo strategico generale, che comprende anche la realizzazione del nuovo ospedale di primo livello di Vercelli su una superficie di 50 mila metri quadrati, per un importo di 155 milioni di euro.

“Sono estremamente felice di questo primo passaggio del Consiglio regionale per creare una rete di nuovi ospedali, ma attenzione alla sostenibilità economica e alle tempistiche”, dichiara Riva Vercellotti. I fondi, anticipati da Inail, ammontano a un miliardo e 285 milioni di euro, e comprendono la realizzazione di nuovi presidi ospedalieri a Torino, Ivrea, Vercelli, Savigliano-Saluzzo-Fossano, Alessandria e Cuneo.

“La situazione del Sant’Andrea è sotto gli occhi di tutti – continua Riva Vercellotti - a fronte di reparti recentemente recuperati ci sono aree dell’ospedale in condizioni fatiscenti che pagano l’età della struttura. Una struttura obsolescente ed esageratamente costosa e per questo ben venga un nuovo ospedale che migliorerà la qualità e la sicurezza, che lo renderà moderno, che creerà un edificio finalmente rispettoso dell’ambiente, che vedrà ridurre i costi manutentivi e i costi stratosferici legati alle utenze. Non solo, se a questo intervento aggiungiamo gli investimenti previsti nel Pnrr su Case e Ospedali di Comunità della nostra provincia, è doveroso evidenziare come la delibera approvata oggi sarà anche un motore straordinario di sviluppo, con ricadute economiche e occupazionali dirette e indirette.”

Nell’intervento in Consiglio regionale, Riva Vercellotti, ha rimarcato non solo le grandi potenzialità del piano edilizio ma anche i rischi: “Attenzione, sta passando un treno che non va perso, ma occorre fare molta attenzione alla sostenibilità economica perché lo Stato non regala i soldi, ma autorizza Inail ad anticiparli con tassi di restituzione molto bassi; tuttavia, se non si farà un’attenta analisi economica si rischia di scaricare sulle Aziende sanitarie il costo della restituzione quarantennale delle rate e questo sarebbe un errore gravissimo che non ci si può permettere e che ricadrebbe sui servizi sanitari. Non solo – continua il consigliere di Fratelli d’Italia – serve mantenere una stretta collaborazione col Comune e l’integrazione del progetto del nuovo ospedale nell’attuale area, col monoblocco, il cosiddetto cubo tecnologico già previsto nella programmazione sanitaria e anche per questo sarà fondamentale una buona progettazione che preveda di legare i due interventi. Attenzione, infine, a non generare false promesse sulle tempistiche, che saranno lunghe perché i tempi della burocrazia sono infiniti e imprevisti. Vigilerò certamente, ma è importante partire e oggi è l’inizio di un percorso sfidante e di questo non posso che ringraziare la giunta per l’attenzione avuta per la nostra città e la nostra sanità”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500