cerca

La ricorrenza

Vent'anni con l'euro in tasca

Il 1° gennaio 2002 dodici paesi dell'Ue passavano alla nuova moneta

Euro denaro soldi

Venti anni fa, il 1º gennaio 2002, dodici paesi dell'Ue davano l’addio alle proprie banconote e monete nazionali per passare all’euro, dando vita al maggior cambio di valuta di tutti i tempi.

"In questi due decenni l'euro ha contribuito alla stabilità, alla competitività e alla prosperità delle economie europee - spiegano dalla Commissione europea - Ma soprattutto ha migliorato la vita delle persone e ha agevolato le attività commerciali in tutta Europa e oltre. Grazie all'euro è diventato molto più facile risparmiare, investire, viaggiare ed esercitare attività imprenditoriali".

Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, ha dichiarato: "Sono ormai 20 anni che noi europei ci portiamo l'Europa in tasca. L'euro non è solo una delle valute più solide al mondo. È soprattutto un simbolo dell'unità europea. Le nostre banconote raffigurano su un lato dei ponti e dall'altro una porta: è proprio quello che l'euro simboleggia. L'euro è la valuta del futuro, e nei prossimi anni diventerà anche una moneta digitale. Inoltre l'euro rispecchia i nostri valori, il mondo in cui vogliamo vivere. È la valuta globale degli investimenti sostenibili. Ne possiamo andare tutti orgogliosi".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500