cerca

Ministero dell'Istruzione

Supplenze Covid, contratti prorogati fino al 31 marzo

La Cisl Scuola ha chiesto il pagamento degli stipendi arretrati

Insegnante scuola

Verso la proroga per tutte le supplenze su posti Covid per docenti e personale Ata.

Il Ministero dell'Istruzione ha convocato i sindacati sulle modalità applicative della norma contenuta nella Legge di bilancio in corso di approvazione che proroga i contratti sui posti covid, la cui scadenza era prevista il 30 dicembre. "L’Amministrazione, pur dovendosi ovviamente attendere la conclusione dell’iter legislativo in corso, ha ritenuto opportuno predisporre sin d’ora indicazioni operative da inviare alle scuole circa le modalità con cui procedere alla proroga dei contratti, alla luce delle modifiche al disegno di legge già approvate dal Senato, consentendo così di operare con la massima tempestività, rassicurando i lavoratori interessati sulla continuità del loro contratto", fa sapere la Cisl Scuola.

Queste le indicazioni che saranno contenute nella nota in corso di predisposizione: la proroga riguarda tutti i contratti covid già stipulati sia per i docenti che per il personale Ata; la proroga è disposta fino al 31 marzo in attesa di verificare, a conclusione dell'esercizio finanziario 2021, l'entità delle risorse disponibili e l'eventuale necessità di richiedere ulteriori finanziamenti. "La Cisl Scuola, rappresentata dalla segretaria generale Maddalena Gissi, ha espresso apprezzamento per le modalità operative seguite dall’Amministrazione al fine di dare tempestiva applicazione a quanto previsto dalla Legge di Bilancio, ivi compresa la decisione di fissare prudenzialmente la scadenza del 31 marzo per tutti i contratti, in attesa di una verifica delle disponibilità di risorse - fanno sapere dal sindacato - Ha espresso inoltre soddisfazione per le modifiche apportate nel corso della discussione al Senato al testo del disegno di legge, nelle interlocuzioni col Governo e con i gruppi parlamentari per la predisposizione dei necessari atti emendativi. Ha infine chiesto che si proceda rapidamente a colmare il ritardo intollerabile nel pagamento degli stipendi al personale supplente in servizio sui posti Covid; al riguardo, l’Amministrazione ha assicurato che il pagamento avrà luogo entro la metà del prossimo mese di gennaio".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500