cerca

Il sole 24 Ore

Qualità della vita 2021: le migliori città italiane dove vivere

Vercelli al 48° posto nella classifica delle province dello Stivale

Piazza Cavour

Piazza Cavour (https://commons.wikimedia.org/wiki/File:PiazzaCavour-Vercelli.jpg)

È stato pubblicato da Il Sole 24 Ore il nuovo report “Qualità della vita” aggiornato al 2021. Il progetto ha preso in esame tutte le province italiane e ha stilato una graduatoria in base a 90 indicatori suddivisi, a loro volta, in sei macro categorie tematiche: quali ricchezza e consumi, affari e lavoro, ambiente e servizi, demografia e salute, giustizia e sicurezza ed infine cultura e tempo libero.

Il quadro generale premia le città del Nord Est, con Trieste a guidare la classifica. Medaglia d’argento e di bronzo rispettivamente a Milano e Trento. La top ten vede Aosta al 4° posto e, a seguire, si trovano Bolzano, Bologna e Pordenone. A chiudere la classifica delle migliori 10 province italiane per qualità della vita sono Verona, Udine e Treviso. 

Vercelli al 48° posto

Con 167.189 abitanti, Vercelli è la 48° provincia italiana per la classifica Qualità della vita 2021 de Il Sole 24 Ore. Il nostro capoluogo emerge, in positivo, in tema di riqualificazioni energetiche. Dallo studio emerge infatti come, contro una media nazionale di 57,2, Vercelli abbia 131,3 investimenti oggetto di detrazione fiscale in euro per abitante; performance che pone la nostra provincia al terzo posto in tema di riqualificazione energetica. Il risultato peggiore riguarda invece la presenza di startup innovative: sono infatti solamente 1,8 (-19,3%), rispetto ad una media nazionale di 6,8, le startup innovative ogni mille società di capitale. 

In linea generale, Vercelli è salita di cinque posizioni rispetto all’anno precedente. L’ambito peggiore si rivela essere quello della cultura e del tempo libero che, rispetto allo scorso anno, perde 20 punti. Buone notizie, invece, in ambito demografico: è aumentato infatti del 3,4% il tasso di natalità ogni mille abitanti. Lo spazio abitativo, invece, è diminuito dell’89,3% rispetto allo scorso anno. 

Le province del Piemonte

Ma come sono andate le altre province della nostra regione? A guidare la classifica è Torino che guadagna quest’anno la 31° posizione: il risultato migliore lo ottiene con 788,4 (contro una media di 561,6) home e corporate banking ogni mille abitanti. A seguire, in 32° posizione, troviamo Novara; al 34° posto c’è invece Cuneo, prima in classifica con sole 0,2 denunce ogni mille abitanti per riciclaggio e impiego di denaro. Scendiamo in classifica e, solo al 50° posto, troviamo il Verbano-Cusio-Ossola. Le performance peggiori sono invece quelle di Biella, Asti e Alessandria rispettivamente al 59°, 65° e 70° posto per qualità della vita nel 2021.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500