cerca

Comando provinciale di Vercelli

Livorno Ferraris: minaccia la moglie e tenta di gettarsi nel vuoto

L'uomo ha anche ferito un carabiniere

Carabinieri Livorno Ferraris

Minaccia la moglie poi cerca di gettarsi nel vuoto.

Verso le ore 4 di oggi, lunedì 6 dicembre, è giunta una richiesta telefonica di intervento alla Centrale operativa di Vercelli da parte di una donna di Livorno Ferraris. La donna ha affermato di trovarsi in casa da sola ma di aver paura del rientro del marito in quanto temeva che potesse ritornare da li a poco ubriaco ed aggressivo. E' intervenuta una pattuglia di carabinieri della stazione di Livorno Ferraris: sul davanzale di casa ad attenderli c'era una donna che è apparsa alquanto spaventata e ha raccontato che stava attendendo impaurita il rientro del marito che al telefono le era sembrato ubriaco ed arrabbiato. Temendo che potesse farle del male, ha chiesto l’intervento dei carabinieri, spiegando di essere a casa da sola.

I carabinieri hanno deciso di controllare le vie attorno all’abitazione, rintracciando poco distante l’uomo, un 60 enne di origine siciliana, che appariva palesemente in stato di ebbrezza, barcollando sulle gambe. A quel punto i militari lo hanno accompagnato a casa per evitare che potesse essere investito da qualche automezzo in transito. Appena entrato in casa, tuttavia, l’uomo si è arrabbiato contro la moglie apostrofandola con frasi offensive e minacciose. Nonostante l’intervento dei carabinieri che cercavano di calmarlo, lo stesso ha continuato a minacciare la moglie, per poi aprire la finestra dicendo di volersi gettare nel vuoto.

Un carabiniere ha tentato di bloccarlo, ma l'uomo ha opposto una strenua resistenza colpendo con gomitate il militare allo scopo di liberarsi dalla presa. Solo grazie all’intervento di un’altra pattuglia dei carabinieri della stazione di Crescentino, i militari sono riusciti a bloccarlo ed arrestarlo. Il carabiniere che aveva tentato di fermare il soggetto è stato costretto a ricorrere alle cure mediche riportando lesioni alla mano guaribili in 7 giorni. L’arrestato, nella mattinata odierna è comparso davanti al Tribunale di Vercelli dove è stato convalidato l’arresto e fissato il processo per il 22 gennaio 2022.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500