cerca

Covid 19

Quarantena e scuola: le regole attive in Piemonte

Scuola: quarantene differenziate in base all’età degli studenti

Quarantena scuola

Sono entrate in vigore anche in Piemonte le nuove regole per la gestione delle quarantene e dei casi positivi di covid-19 in ambito scolastico. In linea con le indicazioni ministeriali, anche nella nostra regione il periodo di quarantena e le modalità cambieranno in base all’età degli studenti interessati. 

La gestione dei focolai nelle scuole

La regione Piemonte, al fine di favorire la didattica in presenza ma anche di limitare i contagi da covid-19, ha aggiornato le regole in merito alla gestione dei casi positivi e delle conseguenti quarantene per gli alunni delle scuole della regione. Come sottolineato in un comunicato dello scorso 22 novembre, per una presa in carico tempestiva le prime fasi della gestione dei potenziali contatti devono essere gestite direttamente dal dirigente scolastico e dal referente Covid secondo precise indicazioni. La valutazione dello stato di contatto di caso rimane invece di esclusiva competenza delle Asl di riferimento e le relative azioni saranno decise solo dopo un’attenta valutazione dell’eventuale esposizione.

In ambito scolastico, quando l’istituto viene a conoscenza di un caso confermato (con tampone molecolare positivo o con collegamento epidemiologico e positività al test antigenico rapido) deve far pervenire al Dipartimento di Prevenzione della propria Asl l’elenco degli alunni della classe coinvolta dal caso di positività e dei relativi insegnanti che nelle 48 ore precedenti sono transitati nella classe stessa per almeno 4 ore, anche cumulative. 

Il dirigente scolastico o il referente sono quindi autorizzati a sospendere temporaneamente le attività didattiche in presenza, avvisando gli alunni che, in attesa di essere contattati dall’Asl, devono limitare le frequentazioni sociali e le altre attività di comunità (vietate attività sportiva in gruppo, frequentazione di feste, assembramenti, visite a soggetti fragili) e devono mantenere in maniera rigorosa il distanziamento fisico e l’uso della mascherina in presenza di altre persone al di fuori dei familiari.

Solo successivamente, sulla base della valutazione del rischio effettuata dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asl, saranno disposte misure quali l’isolamento dei casi, la quarantena dei contatti, le tempistiche per il rientro a scuola degli alunni e degli operatori scolastici interessati.

La quarantena a scuola 

Come anticipato, il periodo di quarantena a scuola dipende dall'età degli alunni coinvolti. In particolare: 

  • è prevista la quarantena di 10 giorni dell’intera classe anche in presenza di un solo caso positivo per gli alunni sotto i 6 anni di età;
  • per gli alunni delle scuole primarie e secondarie:
    • in presenza di un solo caso positivo tra gli studenti si procederà a testare l’intera classe con tampone (molecolare o antigenico) e a far rientrare a scuola i soggetti negativi, che dovranno sottoporsi ad un ulteriore tampone dopo 5 giorni per riscontrare eventuali positività emergenti;
    • in presenza di due casi positivi nella classe, per i soggetti vaccinati/negativizzati negli ultimi 6 mesi non verrà attivata la quarantena ma si procederà con un tampone che, se negativo, dovrà essere ripetuto dopo 5 giorni; è prevista invece la quarantena per i non vaccinati/negativizzati da più di 6 mesi;
    • in presenza di tre o più casi positivi scatta la quarantena per l’intera classe.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500