cerca

Serie C

Pro, un pareggio che non può accontentare

Sul campo della Virtus Verona solo un pari 2-2 in rimonta

Virtus Verona-Pro Vercelli

Altro mezzo passo falso per la Pro Vercelli. Dopo il pareggio interno di domenica contro il Trento la squadra di Beppe Scienza non riesce a conquistare l'intera posta in palio anche sul campo della Virtus Verona. In casa dei veneti finisce 2-2, con la Pro che si è trovata due volte in svantaggio e ha sempre recuperato prima con la testata di Auriletto e poi con il tiro da fuori di Vitale (complice il portiere veronese Giacomel). 

Non è stata una buona Pro Vercelli, almeno per 70 minuti: con diversi cambi rispetto alla formazione scesa in campo tre giorni fa, le bianche casacche, specialmente nel primo tempo, sono apparse un po' apatiche e disattente. L'episodio del vantaggio dei padroni di casa, su rigore, generoso quanto ingenuo l'intervento di Crialese, ne è l'esempio lampante. Neanche il gol su corner di Auriletto ha dato la scossa e prima della fine del tempo i veronesi hanno trovato nuovamente il vantaggio con il bel tiro di Tronchin. I cambi effettuati da Scienza nella ripresa hanno dato un po' di verve alla squadra che dopo il pari di Vitale ha preso in mano il pallino del match, chiudendo la Virtus nella propria metà campo, sfiorando il gol prima con Comi e poi con Emmanuello, ma in entrambe le occasioni Giacomel si è superato. Troppo poco comunque: i veronesi hanno dimostrato di essere una squadra modesta, alla portata. E certamente quelli di oggi hanno tutta l'impressione di due punti persi. 

Domenica arriverà al "Piola" una squadra di tutt'altro spessore: il Sudtirol di Javorcic. Per tornare alla vittoria i bianchi dovranno sicuramente ritrovare il piglio delle prime parite

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500