cerca

Mappa del credito

Regione Piemonte: mutui e prestiti per il 45,9% dei cittadini

In Piemonte progressivo ma costante aumento di richieste di mutui e prestiti

Mutui casa e prestiti

È progressivo ma costante anche in Piemonte il recupero delle richieste di mutui e prestiti da parte dei cittadini.

Dopo un periodo di forte stallo dovuto alla prima fase della pandemia da covid-19, la ripresa economica ha fatto aumentare il numero di consumatori che hanno scelto di ricorrere al credito bancario per finanziare l’investimento sulla casa o per sostenere i propri progetti di spesa e le esigenze familiari. Secondo l’ultimo aggiornamento della Mappa del credito, redatto da Mister Credit, emerge che nel primo semestre dell’anno il 45,9% dei cittadini piemontesi maggiorenni risulta avere almeno un contratto di credito rateale attivo. Il dato si trova al di sopra della media nazionale, pari al 42,7% ; all’interno della nostra regione, è Torino ad avere il maggior numero di consumatori con mutui e prestiti con una percentuale del 51,5%.

In Piemonte, l’importo medio delle rate rimborsate mensilmente è di 331 euro, con un minimo di 305 euro a Vercelli e un massimo di 369 euro a Cuneo. Cuneo è al primo posto anche per quanto concerne l’indicatore dell’esposizione residua più elevata con una media di 38.185 euro. Relativamente alle tipologie di finanziamenti presenti nel portafoglio delle famiglie piemontesi, il 46,1% dei contratti attivi è rappresentato da prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi (auto, moto, articoli di arredamento, elettrodomestici, prodotti di elettronica di consumo, ecc); il 32,1%, invece, è rappresentata dai prestiti personali. La percentuale restante, poco più del 21%, è dovuta ai mutui: in questo caso, ad avere la percentuale più alta sul totale è la città di Asti, seguita da Torino e Cuneo. La maggior presenza di prestiti finalizzati, invece, la troviamo a Biella nella quale questa tipologia di finanziamenti risulta essere il 48,8% dei crediti rateali. 

"La crescente propensione a fare ricorso ad un mutuo o a un prestito si accompagna a una elevata sostenibilità degli oneri finanziari, con un tasso di default attestato ai minimi degli ultimi anni - commenta Beatrice Rubini, direttore della linea Mister Credit di Crif - A questo contribuiscono il costante calo della rata media mensile, dovuto sia a un costo del denaro stabilmente prossimo ai minimi storici, sia alla tendenza delle famiglie ad adottare un atteggiamento prudente, acuitosi durante la pandemia".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500