cerca

Covid

Green pass: le nuove regole da mercoledì 1° settembre

Le disposizioni per trasporti e scuola

Green pass

Da domani, mercoledì 1° settembre, scatta l’estensione dell’uso del Green pass. La certificazione verde o, in alternativa, l’attestazione di aver effettuato un tampone  nelle ultime 48 ore, dovrà essere utilizzata per salire su treni, traghetti o aerei. Ma anche agli insegnanti, ai dipendenti scolastici e agli studenti, ad accezione dei minori.

Per utilizzare i bus urbani, i tram, la metropolitana e, in generale, i mezzi di trasporto locale, invece il Green pass non servirà, così come su funivie, seggiovie e cabinovie (leggi qui le linee guida del Ministero). Riguardo ai treni, la certificazione dovrà essere utilizzata per quelli ad alta velocità, gli intercity e i convogli a lunga e media percorrenza: la capienza sarà aumentata dal 50% all'80%. Chi vorrà salire a bordo di navi e traghetti a lunga e media percorrenza, dovrà dimostrare di essere vaccinato o di aver effettuato un tampone con esito negativo nelle ultime 48 ore. Lo stesso per chi decide di viaggiare in aereo, per cui l'obbligo di Green pass sarà esteso a tutte le tratte. Il personale di scuola e in università senza certificazione, dopo cinque giorni di assenza non giustificata, rischierà la sospensione senza stipendio. Niente obbligo di Green pass per gli alunni delle scuole, obbligatorio per gli studenti universitari. 

Restano le disposizioni già in vigore dal 6 agosto scorso: il Green pass serve per sedersi a un tavolino al chiuso di bar e ristoranti, andare al cinema, a teatro o a una mostra, assistere a gare ed eventi sportivi, per piscina e palestra, per terme e spa, per partecipare a sagre, fiere, convegni e congressi, per parchi tematici e divertimento, per sale gioco, bingo, scommesse e casinò, per partecipare a concorsi pubblici o alle attività al chiuso di centri culturali e ricreativi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500