cerca

La polemica

Borgosesia: "Il servizio scuolabus sarà appaltato nei prossimi giorni"

Il sindaco Tiramani replica alle accuse dei sindacati

Scuolabus

Sarà appaltato entro la prossima settimana il servizio di scuolabus del Comune di Borgosesia: lo assicura il sindaco Tiramani, che rispedisce al mittente tutte le obiezioni sollevate dai sindacati e rassicura i cittadini circa la puntualità dell'attivazione del servizio.

Nello specifico, si tratta delle rimostranze del sindacalista Mauro Caputo, di Faisa Cisal, secondo il quale ci sarebbero “punti poco chiari” nel modo in cui si è mosso il Comune. "Abbiamo pubblicato sul portale MePa, gestito dal Ministero dell’Economia e Finanza, in piena trasparenza, l’invito a partecipare all’assegnazione dell’appalto, con un’offerta economicamente vantaggiosa.  Delle 5 ditte invitate – spiega il sindaco – nessuna si è presentata, ma una ditta non invitata ha manifestato interesse e dunque stiamo valutando l’offerta di questa società, della quale abbiamo informato i lavoratori ed il sindacato. Proprio venerdì pomeriggio, alle ore 15 – conclude Tiramani – si è svolto un incontro tra le parti per valutare le reciproche esigenze". Il nodo più critico da sciogliere riguarda il personale: dopo la scadenza del contratto triennale riguardante il servizio di trasporto scolastico, la Seso (che ne era titolare) si trova con due dei quattro conducenti degli scuolabus in esubero: "Come previsto dalla normativa vigente in tema di appalti pubblici, il personale adibito a condurre gli scuolabus in caso di passaggio del servizio passa al nuovo gestore – spiega il direttore di Seso, Dario Pavanello - Dopo tutte le valutazioni del caso, abbiamo infatti purtroppo appurato che non riusciamo a riassorbire due dei quattro autisti, quindi abbiamo seguito le modalità indicate dalla legge per individuare i due soggetti che dovranno passare al nuovo gestore del servizio, sulla base di carichi familiari, anzianità di servizio, esigenze tecnico-organizzative e professionalità. Noi abbiamo sempre fatto di tutto per garantire al nostro personale le migliori condizioni: nel periodo del Covid – sottolinea Pavanello – non siamo mai ricorsi alla Cassa integrazione, garantendo ai nostri dipendenti orario di lavoro e stipendio pieno. I sindacati sono ben al corrente di ciò, e mi spiace particolarmente dunque che vengano mosse accuse di scorrettezza che sono del tutto fuori luogo: abbiamo avvisato i lavoratori della nuova situazione, li abbiamo invitati ad un incontro con la ditta interessata e tale incontro si è svolto in totale serenità. Il titolare della ditta interessata ha chiesto quali aspettative abbiano i dipendenti, i quali hanno chiesto di conservare le condizioni attuali di lavoro. Era presente anche il rappresentante sindacale – conclude il dirigente - oltre al sindaco ed al funzionario del Comune che sta seguendo la pratica. Tutto, dunque, nella piena osservanza delle regole e del rispetto reciproco".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500