cerca

Coppa Italia

Pro Vercelli: "Vogliamo far innamorare i tifosi di questa squadra"

La conferenza dell'allenatore Beppe Scienza

Beppe Scienza

Mister Beppe Scienza (foto Alessandro Di Lauro)

"Vogliamo far innamorare i tifosi di questa squadra”: mister Beppe Scienza suona la carica in vista della partita di Coppa Italia contro la Pergolettese, in scena sabato 21 agosto allo stadio Silvio Piola.

Il primo impegno ufficiale della stagione 2021/2022 sarà anche il primo con il pubblico presente, anche se solo per il 50% dei posti a sedere: “Credo sia la festa di tutti – ha detto il mister- si ritorna alla normalità anche se spezzettata. Abbiamo passato un anno emotivamente brutto, stare senza sport è stato veramente duro per tutti”. Un match che potrà dare le prime risposte dopo la preparazione estiva: “Il 3-4-1-2 è una soluzione che ho sempre in canna. Dipende dalla partita e dalla sua lettura. Potrei anche pensare a 3 attaccanti. Al momento il 3-5-2 mi ha dato più solidità, non dimentichiamo che abbiamo qualche problema in difesa soprattutto per la lungodegenza di Masi. Il modulo poco conta, sono i concetti a far la differenza”.

Sarà una partita difficile anche per quanto riguarda le condizioni atmosferiche, visto che il calcio di inizio è fissato per le ore 16: “Il caldo c’è per tutti. Sarà un buon test per capire a che punto siamo. Dobbiamo essere pronti ad andare contro tutte le difficoltà. A volte bisogna essere belli e bravi, a volte brutti e cattivi”. In questo senso, proprio i tifosi potrebbero essere l’arma in più: “Il pubblico può contare tantissimo. Abbiamo un obiettivo ben chiaro: far innamorare la gente di questa squadra fin da subito, senza fare confronti. Dobbiamo essere bravi a dimostrare di meritare l’affetto della gente. Siamo i primi noi a dover trascinare loro a tifare e gridare per noi, perché devono vedere una squadra con grande appartenenza, con grande voglia e determinazione. Dobbiamo essere leoni in campo. Cancelliamo le ultime amichevoli, impariamo dagli errori e cerchiamo di partire con una grande prestazione”. Infine, non manca uno sguardo al mercato: “È arrivato Macchioni, che è un giocatore molto interessante e molto giovane. È arrivato Cristini che per me è un acquisto molto intelligente e mirato. Diamo per scontato che Masi torni presto, così da essere coperti. Anche Belardinelli è stato un acquisto importante, la società è stato molto brava a portare a Vercelli questi giocatori. Io poi non sono molto d’accordo sul fatto che il mercato duri così tanto. Negli ultimi giorni potrebbero succedere cose che nemmeno ci immaginiamo, non sappiamo cosa succederà. I giocatori sono molto legati alla Pro Vercelli, su questo si può mettere le mani sul fuoco però ci sono anche altri fattori. Prima finisce il mercato prima ci assestiamo”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500